Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Traghetti: Onorato, "In Sicilia rotto monopolio, i piccoli trasportatori era ricattati"

"Il nostro ingresso sulle rotte merci con la Sicilia ha rotto un monopolio e ha letteralmente resuscitato decine di piccoli trasportatori locali che erano ormai sull'orlo del fallimento".
Lo ha dichiarato Vincenzo Onorato, Presidente del gruppo Onorato Armatori (Moby, Tirrenia e Toremar), in occasione del varo del nuovo ro-ro Maria Grazia Onorato, in costruzione a Flensburg, in Germania.
 
La nave opererà per Tirrenia, trasportando tir proprio tra Genova, Livorno e Catania.
 
"C'era un solo armatore che svolgeva questi collegamenti e che decideva chi vive e chi muore: le piccole aziende erano ricattate. Onorato Armatori ha offerto un'alternativa, rompendo questo monopolio e resuscitando le piccole aziende dell'autotrasporto siciliane: oltre 600 società del settore imbarcano i loro camion sulle nostre navi".
 
"Fino a oggi questa situazione dei trasporti siciliani ha ridotto drammaticamente la marginalità, avvantaggiando solo pochi grandi gruppi e danneggiando tutti i piccoli operatori" ha aggiunto Alessandro Onorato, figlio di Vincenzo e responsabile del reparto commerciale del gruppo.
 
"Noi con i nostri collegamenti vogliamo proporci come infrastruttura neutrale, al servizio di tutti i trasportatori. Per questo abbiamo redatto un codice etico, chiamato 'Progetto Dignità' e articolato in 10 punti: è un contratto che regola in modo trasparente il rapporto con gli autotrasportatori".
Alessandro Onorato ha poi aggiunto che il gruppo "sta valutando la possibilità di intraprendere, non da soli, ma al fianco e a sostengo degli autotrasportatori che sono stati ricattati da alcuni armatori in Sicilia, anche azioni legali".
 
 
 
 
 
 
02 agosto 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università