Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fisco: Commissione tributaria regionale, stop alle ganasce per gli automezzi aziendali

Non possono essere sottoposti a fermo amministrativo gli automezzi strumentali all'esercizio dell'attività d'impresa.
 
L'ha stabilito la Commissione tributaria regionale per la Sicilia nella sentenza 2580/1/2018.
 
A seguito del mancato pagamento del carico scaduto e iscritto a ruolo per circa 80 mila euro, una Srl ha impugnato il preavviso di fermo amministrativo su tre automezzi, tra i quali un autocarro.
 
La società, nello specifico, ha lamentato che questi beni mobili registrati erano strumentali all'attività d'impresa e che esisteva una precedente ipoteca idonea a cautelare il credito vantato dall'amministrazione finanziaria.
 
Al riguardo, l'agente della riscossione dava atto che il fermo era stato emesso sulla base di numerosi crediti fiscali recati da più cartelle di pagamento.
 
La Commissione tributaria di Palermo aveva rigettato il ricorso ritendo, tra l'altro, che l'importo a ruolo ben giustificava la notificazione della misura adottata.
 
La società aveva impugnato la sentenza, riproponendo l'eccezione secondo la quale gli automezzi aziendali non avrebbero potuto costituire oggetto di fermo amministrativo, poiché si trattava di beni strumentali all'esercizio dell'attività d'impresa.
 
La Commissione tributaria regionale ha dunque accolto l'appello, ritenendo che: tali beni risultavano iscritti nel "libro cespiti ammortizzabili"; poteva presumersi che gli stessi erano utilizzati nell'attività d'impresa; l'agente della riscossione non aveva fornito alcuna prova valida circa la loro natura non strumentale.
 
16 agosto 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università