Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Eni: Arancio (Pd), vigilare sul rispetto degli accordi presi per Gela

"Con la firma del protocollo d'intesa del novembre del 2014 l'Eni si era impegnata a dare continuità lavorativa a tutte quelle aziende che operavano attraverso contratti con la raffineria. Purtroppo a distanza di 4 anni, per tutte le attività di bonifica e smantellamento gestiti oggi da Syntial, si assiste ad un ingiustificato ostracismo nei confronti di società di servizi che per anni hanno operato nel campo delle bonifiche e che oggi si vedono escluse a vantaggio di aziende non del territorio".
 
Lo dice il parlamentare regionale Pd Giuseppe Arancio.
 
"E' estremamente grave che le aziende che si vogliono avvalere di laboratori locali - continua Arancio - siano persino invitate ad escluderli dalle attività all'interno della raffineria".
 
"Un atteggiamento - conclude - che sta penalizzando fortemente le imprese e i lavoratori, e sul quale è assolutamente indispensabile che i soggetti firmatari del protocollo di d'intesa operino un'attenta vigilanza nei confronti della Syntial avviando, se necessario, una incisiva azione di censura nei confronti della stessa società".
23 agosto 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università