Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Mafia: Marsala, la lite con il fratello del boss innamorato, "Ti distrae dagli affari". I due traditi dalla loro golosità

Killer e boss si innamora, ma il fratello, anche lui killer mafioso, non la prende bene, perché la passione avrebbe distratto l'innamorato dalle attività della famiglia mafiosa.
 
E' quanto emerge da una informativa, dell'indagine "Alba Rossa", che risale a diciotto anni fa, che i carabinieri della compagnia di Marsala e del reparto operativo di Trapani inviarono alla Dda di Palermo.
 
L'informativa è relativa alla rete di protezione che avrebbe favorito la latitanza di alcuni esponenti di spicco di Cosa Nostra a Marsala.
 
Tra questi, anche i protagonisti della vicenda, i fratelli Giacomo e Tommaso Amato, arrestati dalla polizia il 22 gennaio del 2000 e attualmente in carcere all'ergastolo.
 
Dalla relazione dei carabinieri, della quale si è avuta notizia solo adesso, emerge che nel 1999 i rapporti tra i due fratelli si sarebbero guastati perché uno dei due, Tommaso, si sarebbe innamorato della fidanzata del cugino. E a quanto pare la voleva sposare.
 
Ma soprattutto avrebbe voluto avere un figlio al quale poi intestare le sue proprietà.
 
Dalle indagini, però, è emerso che Giacomo Amato non condivideva.
La ragazza avrebbe avuto alcuni incontri con Tommaso Amato in una casa preso in affitto a Petrosino, un centro a metà strada tra Marsala e Mazara, ma poi la relazione non avrebbe avuto seguito.
 
All'arresto dei due fratelli, latitanti da cinque anni e inseriti nell'elenco dei cinquecento ricercati più pericolosi, si era giunti seguendo il loro vivandiere.
 
Gli investigatori, conoscendo la golosità dei due fratelli, avevano notato una persona che acquistava grandi quantità di cannoli, cassate e altri dolci, l'avevano seguita e avevano scoperto la villetta dove i due si nascondevano.
 
29 agosto 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università