Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Studentesse palermitane accoltellano e rapinano ambulante bengalese, poi si fingono vittime, ma un video le inchioda

Due studentesse, Maria Tramonte, di 22 anni, e Vincenza Rosa Maria Caracci, di 24, sono state arrestate dalla Polizia a Palermo per aver derubato il 25 aprile scorso un venditore ambulante bengalese di alcune casse acustiche e delle cuffie.
Sono accusate, in concorso, di rapina aggravata, lesioni aggravate, porto ingiustificato di coltello e calunnia.
 
Gli agenti hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip.
 
Dopo la rapina il venditore ambulante avrebbe inseguito le due giovani, che lo avrebbero preso a calci, pugni e spintoni e l'avrebbero poi ferito con una coltellata al fianco.
L'aggressione è stata immortalata dalle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza.
 
All'indomani della rapina le due ragazze avrebbero detto agli agenti di essere state loro vittime di una rapina da parte dell'uomo.
 
Durante una perquisizione in casa delle studentesse gli agenti hanno sequestrato il coltello usato per l'aggressione e il bottino della rapina.
 
Sequestrati anche alcuni coltelli a serramanico e un pugnale lungo 40 centimetri, circostanza che è valsa alle due ragazze anche una denuncia per detenzione illegale di armi.
 
 
 
05 settembre 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università