Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Editoria: affondo grillino contro i giornali, Riffeser, "Parta un confronto e sia serio"

Affondo grillino contro i giornali: il vicepremier Luigi Di Maio ha parlato di "operazione di discredito verso il governo" da parte delle testate giornalistiche e ha annunciato "una legge per garantire che gli editori siano puri e i
giornalisti liberi di fare inchieste sulle magagne dei prenditori". Attaccando gli editori che hanno anche altri interessi imprenditoriali, come peraltro consentito dalla legge in tutti i Paesi normali.
 
La presa di posizione di Luigi Di Maio è stata subito respinta dal presidente della Federazione italiana editori giornali (Fieg), Andrea Riffeser Monti, che ha rigettato l'affermazione secondo cui gli editori avrebbero "le mani in pasta ovunque nelle concessioni di Stato" e ha ribadito la disponibilità a un serio confronto in Parlamento con tutte le forze politiche sul futuro della carta stampata.
 
Dure critiche a Di Maio anche dal sindacato dei giornalisti italiani (Fnsi): "Dichiarare guerra ai cosiddetti editori impuri ha il sapore di un’intimidazione e di un attacco alla libertà di stampa, garantita dalla Costituzione", hanno spiegato in una nota Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi.
 
"Al di là dei proclami - prosegue la nota - e degli annunci di misure liberticide, nessuna chiara volontà di invertire la tendenza è stata dimostrata fino a oggi da questo governo".
11 settembre 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università