Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Palermo: diventa assessore comunale ed è subito rinviata a giudizio. E' Maria Concetta Prestigiacomo ex presidente dell'Amap

Entrata sabato scorso a far parte della giunta comunale di Palermo guidata da Leoluca Orlando, Maria Concetta Prestigiacomo, neo assessore ai Lavori pubblici e presidente dell'Amap dal maggio 2015, è stata subito rinviata a giudizio e dovrà rispondere davanti al tribunale di Termini Imerese, con altre 12 persone, dell'accusa di aver inquinato il mare in contrada Presidiana, a Cefalù, dove le acque non sarebbero state adeguatamente depurate.
 
Il problema si sarebbe verificato a causa della non corretta manutenzione dell'impianto di depurazione da parte dell'Amap, dell'Aps e dell'Ato Palermo 1.
 
L'Arpa ha compiuto quattro monitoraggi: il 22 aprile e il 7 agosto 2014, il 9 giugno e il 25 agosto 2015.
 
Sarebbero stati superati i parametri dell'odore e di sostanze come l'azoto ammoniacale e i colibatteri.
 
Nell'inchiesta della Procura di Termini Imerese, sono coinvolti pure gli ex liquidatori e gli ex curatori fallimentari della società Acque potabili siciliane, l'ex commissario ed ex liquidatore dell'Ato Palermo 1, Giovanni Avanti, e i suoi tre successori.
 
Il processo sarà celebrato dal giudice monocratico a partire dal 20 maggio.
 
Il pm Guido Schininà, dato che l'entità delle eventuali pene sarebbe lieve, ha disposto la citazione diretta a giudizio, senza passare dall'udienza preliminare.
 
 
05 marzo 2019
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università