Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Palermo: nuovo atto vandalico nel Centro Padrenostro a Brancaccio

"Oggi, in pieno giorno, i 'picciriddi' per la sesta volta hanno rotto e trafugato la catena e il lucchetto che tenevano chiuso il cancello, che ieri sera avevo ricollocato alla presenza di una gazzella dei carabinieri".
 
A denunciare l'ennesimo atto vandalico nell'area del rione Brancaccio dove dovrebbe sorgere un asilo nido, è Maurizio Artale, presidente del Centro Padre Nostro fondato da Don Pino Puglisi.
"A nulla è valso - spiega Artale - l'inseguimento di uno dei militari nei confronti di una ragazza che faceva da palo a un suo complice, che nel frattempo appiccava il fuoco a una catasta di legna precedentemente preparata. Vana è stata la promessa di 'non farlo più' da parte del ragazzo che ho bloccato mentre tentava di scappare e mentre il carabiniere inseguiva la ragazza".
 
Il responsabile del Centro Padre Nostra così conclude: "Sembra che questa battaglia lo Stato non voglia davvero combatterla a Brancaccio, a difesa del Centro e di quanti vi lavorano da 26 anni; spero voglia vincere la guerra. Bisogna militarizzare Brancaccio, istallare telecamere e controllare ogni buco del quartiere, scovare chi continua a farsi beffa delle Istituzioni, verificare tutte le attività pseudo-legali che vi sono presenti, elevare contravvenzioni a chiunque posteggi sui marciapiedi. È giunta l'ora della tolleranza zero".
12 marzo 2019
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università