Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il turismo congressuale non decolla in Sicilia

PALERMO -In quattro anni, ovvero dal marzo 2009, data della sua costituzione, a dicembre 2013, Sicilia Convention Bureau ha ricevuto 780 richieste di eventi da svolgersi in Sicilia e di questi ne sono stati confermati 228. Nello stesso periodo il totale delle richieste per eventi, con destinazione Siracusa, sono state circa 50 e di queste se ne sono concretizzate 12, che hanno prodotto un impatto economico di circa 2 milioni di euro. I dati sono stati diramati nel corso del seminario sul Turismo Congressuale organizzato da Sicilia Convention Bureau. Dagli interventi è emerso che i mercati in grado di garantire i maggiori flussi di eventi sono ancora quello italiano ed europeo, in particolar modo Germania, Francia, Regno Unito ed Europa dell'Est. Inoltre a Siracusa, nel 2013, si è svolta la Master Class "Industria degli eventi presente e futuro: la sfida dell'evoluzione", con la presentazione dei dati dell'Osservatorio congressuale siciliano 2012, che ha registrato la partecipazione di 50 aziende che operano nel settore.
26 febbraio 2014
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università