Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il Nobel per la fisica agli inventori delle Led

CATANIA - “Le lampade a incandescenza hanno dato luce al XX secolo, quelle a Led illumineranno il XXI”. Queste le parole che hanno risuonato nella sala delle cerimonie a Stoccolma durante l’assegnazione del premio nobel per la fisica 2014 assegnato ai tre scienziati giapponesi Isamu Akasaki e Hiroshi Amano della Nagoya University, e Shuji Nakamura dell’Università della California Santa Barbara per le loro ricerche sui diodi a luce blu precursori delle lampadine a led. Ricordiamo che le lampade a Led sono molto più efficienti rispetto alle ormai bandite lampade a incandescenza, hanno una durata notevole e possono funzionare a bassa tensione come quella di un normale pannello fotovoltaico. è da più di trent’anni che gli scienziati lavoravano sui diodi a luce rossa e verde, ma senza quelli a luce blu non si potevano creare lampadine a luce bianca. Akasaki, Amano e Nakamura sono riusciti a separare l’elemento blu dai semiconduttori ed ecco che così si è giunti al Led. Oggi sono in commercio Led in grado generare 300 lm/W (lumen per Watt) in confronto alle lampade a incandescenza che ne generano 16 lm/W, mentre quelle fluorescenti circa 70 lm/W. Il Lumen, lo ricordiamo è l’unità di misura del flusso luminoso. 
(bb)
03 novembre 2014
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università