Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Dicono di noi
Raffaele Lombardo
Presidente Regione siciliana
I giornali sono da sempre considerati i cani da guardia della democrazia. Ma con una informazione sempre più omologata - in un modo che non fa certo bene alla Sicilia - questa funzione della stampa rischia di essere vanificata. Ecco perché il trentennale di un giornale come il “Quotidiano di Sicilia”, che con le sue inchieste ha saputo mettere spesso il dito nelle tante piaghe della nostra realtà, deve rappresentare una festa per tutti i siciliani. Dico questo anche se il giornale di Tregua non è stato tenero né con il mio governo - anche se ha sempre appoggiato la nostra volontà di riformare l'apparato - né, soprattutto, con la burocrazia della nostra Regione. Anche in questo caso ha saputo mettere il dito nella piaga. Ma non certo per cattiveria, anzi. Il compito dei giornalisti è quello di indicare la piaga, il compito dei governanti è quello di curarla. Il “Quotidiano di Sicilia”, dunque, in trent'anni ha fatto e continua a far bene la sua parte. E in questo va rispettato e, visto che si celebra la sua festa, onorato. Per il ruolo che ha saputo svolgere nel sistema della democrazia in Sicilia. Perché la democrazia è un complesso e delicato sistema di pesi e contrappesi in cui ciascuno deve saper rispettare le competenze altrui.
 
Francesco Cascio
Presidente dell’ Assemblea regionale siciliana
Un’informazione libera, obiettiva e di approfondimento che mira a rendere un servizio al cittadino informandolo accuratamente e contribuendo ogni giorno ad accorciare le distanze tra amministratori ed amministrati. Auspico molti altri compleanni al “Quotidiano di Sicilia” confidando che anche nel futuro questa testata saprà essere, come è stato finora, un saldo punto di riferimento del mondo economico-imprenditoriale e politico.
 
Enzo Bianco
Senatore della Repubblica
In questi 30 anni ho avuto il privilegio e il piacere di leggere e seguire con attenzione il “viaggio” del Qds, nelle sue diverse formule e colori, nell’informazione siciliana. Un giornale che ha accompagnato a sua volta il viaggio di Catania prima e della Sicilia poi, di una Sicilia moderna, pronta a scommettersi per il cambiamento e l’innovazione, orgogliosa e non lamentosa, della quale il Qds ha cercato di rappresentare sempre - e spesso ha rappresentato - un voce libera e credibile. In un panorama in cui c’è bisogno di pluralismo vero, il Qds è stato, è e continuerà ad essere un punto di riferimento essenziale.
In bocca al lupo per i prossimi 30 anni a tutti e in particolare al suo Insostituibile Direttore.
 
Salvo Fleres
Senatore della Repubblica
Il “Quotidiano di Sicilia” è un organo di stampa di cui non si può fare a meno perché, oltre a svolgere le correnti attività informative proprie di un qualunque quotidiano, occupa uno spazio vergine nel rapporto tra pubblica amministrazione ed economia.
 
Enzo Oliva
Senatore della Repubblica
Il QdS si è dimostrato negli anni un giornale che vuol bene ai cittadini, che non rinuncia mai al diritto-dovere di informare, anche quando le verità svelate possono rivelarsi scomode. Un giornale che va a fondo nelle cose, capace di spiegare con semplicità ai lettori i complessi processi dell'economia. Un giornale che rende i siciliani cittadini più consapevoli.
 
Diego Cammarata
Sindaco di Palermo
Il “Quotidiano di Sicilia” è una voce importante nel panorama informativo siciliano: giornale di inchiesta e di approfondimento, svolge - in alcuni casi- il ruolo scomodo della “coscienza critica” per quanti governano il territorio senza sconfinare nella sterile scandalismo a cui a volte l’informazione, non solo italiana, oggi indulge. Da sindaco di Palermo, città capoluogo dell’Isola, ho avuto in questi otto anni di governo, rapporti costanti e proficui con il “Quotidiano di Sicilia”, che ha dedicato spazio ed attenzione ai problemi, ma anche ai risultati raggiunti.
 
Raffaele Stancanelli
Sindaco di Catania
È con vivo piacere che da sindaco di Catania rivolgo i migliori auguri al direttore, Carlo Alberto Tregua, e a tutta la redazione del “Quotidiano di Sicilia” per aver raggiunto l'ambizioso traguardo dei trent'anni di attività. Trent'anni dedicati all'informazione che deve essere sempre corretta e puntuale. Il “Quotidiano di Sicilia” offre ai lettori siciliani anche aree d'informazione più specifiche, come l'economia e la finanza. Punto di forza di questo giornale sono stati in questi trent'anni, e lo saranno sicuramente anche nei prossimi, i forum che il direttore segue personalmente nelle redazioni di tutta la Sicilia e che hanno contribuito al prestigio della testata.
 
Giovanni Avanti
Presidente della Provincia di Palermo e dell’Unione regionale Province siciliane
Il “Quotidiano di Sicilia” è una importante e autorevole realtà editoriale della nostra regione e nel corso di questi anni ha saputo svolgere appieno il ruolo di organo di informazione e di formazione dell’opinione. La sua vocazione all’approfondimento e all’analisi dei fenomeni della politica, dell’economia, della pubblica amministrazione ne fanno un riferimento obbligatorio per chi vuole essere informato in modo esaustivo e puntuale.
 
Giuseppe Castiglione
Presidente della Provincia di Catania, presidente nazionale Unione province italiane
I miei migliori auguri al dottor Tregua e ai suoi collaboratori per l’importante traguardo raggiunto. Il “Quotidiano di Sicilia” nel tempo ha saputo crescere, investendo nelle nuove forme di comunicazione, sviluppando così la capacità di essere strumento ancora più agile, ma sempre dentro la notizia. Uno sguardo attento alla cronaca dei fatti, con particolare attenzione a quelli che riguardano l’economia, l’ambiente, l’energia, ed allo stesso tempo alla ricostruzione degli scenari, in maniera non banale. Un giornale che ha attraversato un fase storica di grande trasformazione dell’editoria, adeguandosi ai cambiamenti, ma rimanendo fedele al principio originario: fare informazione, distinguendosi.
 
Franco Nicastro
Presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia
Il “Quotidiano di Sicilia” scava a fondo nella realtà siciliana, facendo un giornalismo d’inchiesta e riuscendo ad interpretare al meglio quel ruolo di cane da guardia della democrazia che la stampa dovrebbe svolgere.
 
Alberto Cicero
Segretario regionale dell’Assostampa
Il “Quotidiano di Sicilia” è un esempio di realtà editoriale in costante crescita sia per i lettori che per il numero di consensi raggiunti. Trent’anni di crescita lenta, ma con solide basi, nel rispetto dei contratti giornalistici.
 
Carlo Negrini
Presidente del Credito siciliano
Il traguardo di trenta anni di attività fornisce da solo il criterio per valutare la validità di un’iniziativa, ancor più se editoriale, e testimonia - laddove fosse necessario – il ruolo che ormai il “Quotidiano di Sicilia” riveste nel panorama isolano. L’autorevole ed impeccabile impostazione, il commento puntuale e rigoroso della notizia, la completezza dell’informazione, intesa come autentico servizio da rendere ai lettori, sono tutti elementi che hanno costituito i pilastri fondanti del successo della testata, che ha avuto e continuerà senza dubbio ad avere il concreto e significativo riscontro e sostegno nel gradimento dei sempre più numerosi lettori.
´╗┐