Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Raffinerie
Raffinerie, resta solo l'inquinamento
di Rosario Battiato | 11 gennaio 2012
Energia. L’Isola degli idrocarburi.
La realtà. Il sistema della raffinazione di petrolio è in crisi, In Sicilia sono presenti cinque impianti dove si lavora oltre il 40% del greggio che circola in Italia. Pesanti le conseguenze.
La caduta. I massicci investimenti fanno diminuire la forza lavoro. Dopo sessant’anni sta per cadere il motivo per cui i siciliani hanno accettato lo scempio del proprio territorio: il lavoro.

Niente bonifiche, Sicilia asfissiata
di Rosario Battiato | 04 ottobre 2011
Energia. Emissioni incontrollate del settore energetico.
Procedura Ue. Secondo fonti della Regione proprio i superamenti dei limiti di emissione nelle aree industriali sono nel mirino Ue. Sull’Isola incombono multe fino a 700 mila euro al giorno.
Morti. Studi e ricerche testimoniano l’alta incidenza di malattie nelle aree dei tre Sin (Siti di importanza nazionale) della Sicilia. Le bonifiche, nonostante gli annunci, sono ancora ferme all’anno zero.

Milazzo, finalmente arrivano le centraline
di Rosario Battiato | 17 giugno 2011
Dopo anni di attesa, l’assessore regionale all’Ambiente annuncia l’invio di strumenti per monitorare l’inquinamento. Sparma: prevista anche un’intercalibrazione dei dati sulla qualità dell’aria nel comprensorio

Sin, 1 su 10 muore d’inquinamento
di Rosario Battiato | 27 aprile 2011
Ambiente. Raffinerie & Co., l’impatto sulla salute.
Lo studio. L’ultima ricerca disponibile, a cura dell’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale alla Salute e del Dipartimento di epidemiologia dell’Asl Roma E, fotografa lo stato nelle aree industriali siciliane.
I risultati. A Priolo-Augusta, Gela e Milazzo “osservato complessivamente il 12% di eccessi statisticamente significativi”. Ovvero: almeno un decesso su dieci è riconducibile all’inquinamento.

Rifiuti speciali, in Sicilia incidono i residui di petrolchimici e raffinerie
di Rosario Battiato | 15 aprile 2011
Il rapporto dell’Ispra presentato nei giorni scorsi: nell’Isola prodotti circa 5 milioni di tonnellate l’anno. “Alta incidenza dei rifiuti pericolosi”. La quota maggiore deriva dalle bonifiche

Inquinamento, paghiamo 2 volte
di Rosario Battiato | 13 aprile 2011
Ambiente. I mancati adempimenti alle direttive europee.
Condanna. Un’altra tegola si è abbattuta sull’Italia per il mancato rispetto delle direttive comunitarie ambientali: la Corte di giustizia Ue ci ha condannato perché molte industrie pesanti non hanno ricevuto l’Aia.
Adempimento. Si tratta dell’Autorizzazione integrata ambientale, necessaria a raffinerie, petrolchimici e centrali elettriche, per adeguarsi alle norme sulle emissioni inquinanti. Otto siti siciliani non hanno Aia.

Export: Sicilia in testa senza ricchezza
di Massimo Mobilia | 14 dicembre 2010
L’Isola è la seconda regione a contribuire al +14% italiano delle vendite all’estero nei primi 9 mesi del 2010 secondo l’Istat. Il + 42,7% condizionato dalle produzioni petrolifere e chimiche che non lasciano benefici al territorio

Comuni impreparati al versamento di petrolio in mare e sulle spiagge
di Bartolomeo Buscema | 03 novembre 2010
Con 5 raffinerie, 4 porti e 4 piattaforme la Sicilia movimenta 123 milioni di tonnellate ogni anno. Aumentano i controlli, ma gli enti locali non sono organizzati in caso di incidenti

Emissioni , dopo il caso dell’Aia di Milazzo Di Mauro emana un decreto interpretativo
di Giuseppe Bellia | 20 marzo 2010
Emanato lo scorso 11 marzo un provvedimento normativo sui limiti in atmosfera per i diversi impianti industriali. Anzà: “Le raffinerie hanno specifiche norme di settore diverse dagli impianti ordinari”

Il mercato del raffinato va giù, crollano le esportazioni siciliane
di Anna Li Volsi | 17 marzo 2010
I dati Istat relativi al 2009 danno il peggiore risultato dell’Isola negli ultimi anni: - 37%. Conferma: la nostra bilancia commerciale dipende dalla lavorazione del petrolio

Emissioni, proroga agli inquinatori
di Rosario Battiato | 03 marzo 2010
Con la conversione del decreto “milleproroghe”, concessi a petrolchimici e raffinerie altri 2 anni per mettersi in regola. Raggirato l’allegato del codice dell’Ambiente che prevede limiti più stringenti rispetto a quelli attuali

Petrolio, giù la produzione occorre la dismissione dei siti
di Rosario Battiato | 05 febbraio 2010
L’Upi ritiene che sia necessario ridurre in Italia il numero dei centri d’estrazione del greggio. Nell’Isola 8 raffinerie, per Milazzo e Gela occorrono investimenti per la sicurezza

Triangolo della morte, è conferma “Qui si muore di più per tumore”
di Giuseppe Solarino | 10 novembre 2009
L’Organizzazione mondiale della sanità ha presentato l’ultimo studio epidemiologico: dati preoccupanti. Tra i residenti di Augusta e Priolo in aumento le patologie alle vie respiratorie

Otto raffinerie, ma benzina più cara
di Giuseppe Bellia | 19 settembre 2009
Consumo. Distorsioni del mercato degli idrocarburi raffinati.
Argomento. In Sicilia otto raffinerie lavorano in quattro siti il 40% del greggio che passa per l’Italia. Eppure gli automobilisti, tabelle alla mano, pagano qui il pieno più caro in assoluto.
Il nodo. Nell’Isola sono presenti 1.762 impianti. Troppi, tant’è che molti andrebbero chiusi perché ancora dentro le città. E soltanto uno risulta annesso alla Grande distribuzione organizzata.

Emissioni in atmosfera, dall’Ue nessuno sconto sulle infrazioni
di Rosario Battiato | 04 settembre 2009
La Commissione: non sono più previsti aiuti statali per compensare i limiti previsti dal Piano nazionale. Sotto osservazione le raffinerie che nell’Isola hanno posizioni strategiche

Basta con i veleni sulla nostra Isola
di Carlo Alberto Tregua | 04 settembre 2009
Riconvertire le industrie inquinanti

I 15 temi più trattati
degli ultimi 30 giorni

Sicilia
Catania
Maltempo
Lavoro
Palermo
Ars
Nello Musumeci
Regione Siciliana
Rifiuti
Agricoltura
Casteldaccia
Sanità
Conte
Default
Dissesto

Tutti i temi trattati