Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Rilanciare l’informazione tramite la multimedialità
di Redazione

Al Convegno mondiale degli editori il punto sulla filiera industriale da rivedere

Tags: Web, Editoria



TORINO - All’Auditorium del Museo dell’Automobile di Torino si sono chiusi i lavori della XV edizione di Wan-Ifra Italia, la Conferenza internazionale per l’industria editoriale e della stampa italiana, promossa da Wan-Ifra (Associazione mondiale degli editori) Fieg (Federazione Italiana Editori Giornali) e Asig (Associazione Stampatori Italiana Giornali). Sono stati affrontati i temi delle sfide della trasformazione industriale dei centri stampa con la presentazione del Rapporto 2012 a cura dell'Osservatorio Tecnico “Carlo Lombardi” e quelle della ottimizzazione del processo di distribuzione dei prodotti editoriali, con una tavola rotonda coordinata dal direttore generale della Fieg, Fabrizio Carotti.

Introducendo la  prima sessione dei lavori, dedicata all’integrazione cross-media nelle redazioni dei giornali il presidente della Fieg, Giulio Anselmi, ha lanciato un messaggio di ottimismo: “Tante volte i giornali sono stati dati per morti, sono ancora vivi. Attraversano uno stato di crisi superabile” Anselmi ha anche ricordato i numeri della crisi: nel primi tre mesi dell’anno la pubblicità nei giornali ha subito un calo dell’8,7% “rispetto ad un anno già pessimo”. Le vendite hanno subito una caduta del 5%. Per il futuro, occorre una politica industriale di sviluppo, incardinato lungo tre assi: la multimedialità, il rilancio industriale dei centri stampa, e la razionalizzazione della filiera editoria, stampa e distribuzione.

Il direttore generale dell’Editrice La Stampa, Luigi Vanetti, ha preannunciato che, a breve, il quotidiano edito nel capoluogo piemontese sarà dotato di una nuova redazione integrata per la gestione dell’editoria multimediale. Organizzata in anelli concentrici, con al centro il direttore responsabile, la nuova newsroom sarà il centro di produzione dei contenuti da avviare sul prodotto stampato, sull’edizione web e su quelle per le piattaforme mobili, tablet e smarthphone.

 Gianni Paolucci, presidente Asig, ha insistito, fra l’altro, sull’importanza strategica della revisione di tutti i processi della filiera.
 Manfred Werfel, deputy Ceo di Wan-Ifra, la maggiore organizzazione mondiale dell’editoria quotidiana, ha ricordato come le sfide che deve affrontare il mercato italiano siano condivise nel resto del mondo. La multimedialità, e la integrazione dei canali di comunicazione, la razionalizzazione dei processi produttivi ed un maggior coordinamento fra le aziende che concorrono all’industria editoriale sono problemi comuni a tutti.
 
Cherylin Ireton, director World Editors Forum, è entrata maggiormente nei dettagli di quanto sta avvenendo nel contesto internazionale: cadono le barriere fra la stampa e la comunicazione video, crescono le sinergie e l’efficienza nella titolazione dei contenuti multimediali, il giornalismo è sempre più un “gioco di squadra”, il “data journalism” è accettato come una vera e propria disciplina.

Articolo pubblicato il 22 giugno 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus