Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Patente di guida e suo rinnovo, una nuova data per la scadenza
di Eloisa Bucolo

Con circolare n.7 del 20 luglio è stata fissata nella data del compleanno

Tags: Patente Di Guida



PALERMO - Alla semplificazione non c’è mai fine! L’agevolazione voluta dal legislatore - con d.l. n. 5 del 9 febbraio 2012 - per semplificare la vita degli smemorati, che dimenticano o non controllano la scadenza dei propri documenti, e che fa coincidere la scadenza con la data del proprio compleanno, verrà applicata anche alle patenti di guida.

Nonostante il ministero delle infrastrutture e dei trasporti - con circolare n. 6193 del 5 marzo 2012- avesse precisato che alla licenza di guida non si sarebbe applicato il provvedimento, in vigore dallo scorso 10 febbraio 2012, per i documenti di riconoscimento e d’identità, una nuova circolare la n. 7 del 20 luglio 2012 della Presidenza del Consiglio ha disposto diversamente, dando portata generale all’art. 7 del dl 5/2012.

Tra le motivazioni addotte in favore dell’interpretazione estensiva, la circostanza che la disposizione non contrasta con la direttiva comunitaria 2006/126/CE, che consente agli stati membri di rilasciare le patenti di guida con una validità fino a 15 anni, poiché fissa unicamente il limite massimo del periodo di validità amministrativa delle patenti, senza imporre una coincidenza tra la data di rilascio e quella di scadenza.

La nuova regola sulla scadenza della patente si applicherà alle patenti di categoria AM (ciclomotori e quadricicli), A1, A, B1, B e BE che hanno una durata ordinaria, mentre non si applicherà alle patenti rilasciate per categorie superiori, C e D (camion, corriere ecc.), a quelle la cui durata è fissata in misura ridotta (per esempio per motivi medici) e alla “Carta di qualificazione del conducente”, che certifica la qualifica professionale necessaria alla conduzione di veicoli e non ha natura di documento d’identità. Per evitare confusione, la nuova disposizione si applicherà soltanto in sede di primo rilascio, mentre per le patenti in essere il primo rinnovo avverrà alla data naturale di scadenza indicata nel documento.

A titolo esplicativo, se nella patente è indicata scadenza 1 settembre 2012, e la data del compleanno è il 25 gennaio, il titolare dovrà recarsi in settembre per il rinnovo, mentre il successivo – verrà protratto fino al 25 gennaio 2023. All’ordinaria scadenza decennale vengono, pertanto, aggiunti i giorni che residuano alla data del compleanno, nella fattispecie i 147 gg. che decorrono dal 1 settembre al 25 gennaio.

La circolare chiarisce che, se il titolare effettuerà in ritardo l’ulteriore rinnovo – fissato per il 25 gennaio 2023 – effettuandolo, ad esempio, il 21 giugno 2024, non varrà più la regola dell’“allungamento” del periodo di validità decennale, ma della “sottrazione”. I giorni in più  saranno inutilmente decorsi e il rinnovo cadrà il 25 gennaio 2033, come sarebbe avvenuto se il titolare fosse stato puntuale.

Articolo pubblicato il 04 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus