Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il programma di Fava usa la e-democracy
di Andrea Carlino

Aperto a discussioni e approfondimenti come il “partito dei pirati” tedesco. In piattaforma fino al 10 ottobre, poi verrà fatta una sintesi

Tags: Claudio Fava, Elezioni



PALERMO - Dopo il primo dibattito televisivo tra i candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, continua la campagna elettorale. Il sondaggio, curato dall’istituto di ricerca Demopolis, fotografa una situazione, a meno di 40 giorni dalle elezioni, frammentaria e decisamente incerta. Un testa a testa tra Musumeci e Crocetta (28% a 27%). Gianfranco Miccichè, leader di Grande Sud, si classificherebbe al terzo posto con il 20% dei suffragi ed ha appena  incassato l’appoggio del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. Il fondatore del “Movimento per la gente” ha dichiarato di voler appoggiare senza condizioni il progetto politico di Gianfranco Miccichè che ringrazia Zamparini del sostegno sentendosi lusingato e gratificato: “Il Movimento per la gente rappresenta un’ importante tessera del mosaico di sviluppo che si chiama Sicilia e costituisce un indubbio valore aggiunto per il nostro progetto”.

Anche gli altri due partiti (Fli, Pds e Mps) a sostegno della candidatura di Miccichè plaudono all’ingresso di Zamparini nella coalizione. Carmelo Briguglio, coordinatore regionale Fli, su Twitter, dice: “L’appoggio di Zamparini a Miccichè è un ottimo segnale. Per noi può essere un valore aggiunto per vincere le elezioni”. Dello stesso avviso anche Giovanni Pistorio, segretario del Partito dei Siciliani-Mpa,:la candidatura di Miccichè alla Presidenza della Regione si arricchisce oggi di un nuovo, importante contributo quale quello del ‘Movimento per la Gente’ dell’imprenditore Maurizio Zamparini, la cui ispirazione territoriale certamente sapra’ fornire alla squadra dei sicilianisti un ulteriore sprint per vincere la partita delle elezioni Regionali”. Vivo apprezzamento anche da parte di Riccardo Savona: “L’appoggio di Maurizio Zamparini, patron del Palermo ed imprenditore che ha puntato sulla Sicilia, non potrà che rafforzare e dare nuovo vigore al progetto sicilianista ed autonomista portato avanti da Gianfranco Miccichè, candidato alla presidenza della Regione, e da tutta la coalizione”.

A sinistra, Claudio Fava, candidato alla Presidenza per Sel e Idv, presenta ufficialmente il suo programma. Il segretario regionale di Sel è tra i primi esponenti politici in Italia ad utilizzare una piattaforma di e-democracy per la costruzione del programma (su ispirazione del partito dei pirati in Germania). Queste carte saranno discusse, approfondite e votate fino al 10 ottobre online.

Poi verrà fatta una sintesi e sarà il programma definitivo di Libera Sicilia. Il programma si divide in quattro parti: la prima si intitola “Per la bellezza della Sicilia” e si concentra sulla gestione del patrimonio culturale isolano. La seconda, intitolata Per la conversione dell’economia e della società, tratta della situazione economica dell’Isola. La terza parte (Per la civiltà e la dignità del lavoro) si concentra sul tema occupazionale con particolare riferimento alla questione di Termini Imerese e del lavoro femminile. La quarta (Per i beni comuni, la partecipazione, la legalità e i diritti alla persona) tratta la questione dei beni demaniali, del problema immigrazione clandestina e delle “spese pazze alla Regione Siciliana. La ricetta di Fava è quella di tagliare gli sprechi e di promuovere a tutta forza la qualità e la meritocrazia.

Articolo pubblicato il 20 settembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Claudio Fava
Claudio Fava