Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Dall’Ue 64 milioni a sostegno dello sviluppo sostenibile
di Antonio La Ferrara

Pubblicato il bando europeo che colloca nell’ambito del programma comunitario Marco Polo II. L’obiettivo è quello di favorire la creazione di una rete di trasporti efficace

Tags: Lavoro, Unione Europea



Favorire la creazione di una rete di trasporti efficace e sostenibile che possa dare un valore aggiunto all’UE, senza implicazioni negative per la coesione economica, sociale o territoriale: per conseguire questo obiettivo è stato pubblicato un bando relativo ad azioni di trasferimento fra modi, azione autostrade del mare, azione di riduzione del traffico, azioni catalizzatrici e azioni comuni di apprendimento nell’ambito del programma Energia e Trasporti - Marco Polo II.
L’invito a presentare proposte si inserisce nell’ambito del programma comunitario Marco Polo II, dedicato interamente al trasporto delle merci nell’UE.

Il programma Marco Polo prevede azioni di sostegno coerenti con la politica europea per il trasporto destinate a ridurre la congestione stradale, migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto e potenziare il trasporto intermodale.

L’invito a presentare proposte è aperto a tutte le cinque categorie di azioni previste dal programma, in particolare:
- azioni di trasferimento modale, per trasferire il trasporto merci dalla strada al trasporto marittimo a corto raggio, al trasporto ferroviario, alle vie navigabili interne o a una combinazione di diverse modalità di trasporto;
- azioni di catalizzazione altamente innovative, per superare le barriere strutturali esistenti nel mercato del trasporto merci nell’Unione europea, come la scarsa velocità dei treni merci o i problemi di interoperabilità tecnica fra i modi di trasporto;
 - azioni per le autostrade del mare, per trasferire il trasporto merci dalla strada al trasporto marittimo a corto raggio o a una combinazione di quest’ultimo con altri modi di trasporto, con l’obiettivo di offrire un servizio di trasporto marittimo intermodale di grande volume e a frequenza elevata;
- azioni per la riduzione del traffico, per integrare il trasporto nella logistica di produzione, con l’obiettivo di ridurre la domanda di trasporto di merci su strada;
 - azioni comuni di apprendimento, per favorire la cooperazione e ottimizzare i metodi operativi e le procedure fra i soggetti che partecipano alla catena del trasporto merci.
Tra le priorità ci sono da ricordare i progetti di trasporto marittimo a corto raggio che comprendano tecnologie innovative o pratiche operative che riducono in modo significativo le emissioni inquinanti del trasporto marittimo, i progetti di navigazione per vie navigabili interne (trasporto fluviale) e i progetti di trasporto di singoli vagoni.

In veste di soggetti beneficiari possono partecipare le imprese commerciali (pubbliche o private) stabilite nei seguenti Paesi: 27 Stati Membri dell’Unione europea, Paesi candidati, Paesi EFTA/SEE e Paesi Terzi Confinanti, sulla base di stanziamenti supplementari e secondo procedure da concordare con tali paesi.
Le persone fisiche non sono ammissibili.
I partner di progetto devono dimostrare lo status di impresa commerciale (ad es fornendo un numero di partita IVA).
 

 
19 ottobre termine ultimo per presentare i progetti
 
L’importo complessivo del bilancio disponibile per il presente bando è di € 64.600.000. Le azioni del programma devono riguardare il territorio di almeno due Stati membri oppure riguardare il territorio di almeno uno Stato membro e quello di un paese terzo confinante.
Il cofinanziamento coprirà tra il 35% ed il 50% dei costi ammissibili del progetto e la durata del progetto varierà a seconda dell’azione.
Le domande possono essere presentate o mediante lettera raccomandata o servizio di corriere con timbro postale entro e non oltre la data limite fissata per la presentazione, oppure mediante consegna a mano al servizio postale centrale della Commissione europea al seguente indirizzo indicato sulla busta esterna:
European Commission, Executive Agency for Competitiveness and Innovation - EACI55, Ref.: Marco Polo II Programme - Call 2012, Courrier Central Avenue du Bourget 1 B-1140 Brussels
Per ottenere maggiori informazioni è possibile contattare l’helpdesk del programma Marco Polo tramite posta elettronica (eaci-marco-polo-helpdesk@ec.europa.eu). Sul sito dedicato al programma è disponibile il materiale presentato nel corso dell’INFO DAY (http://ec.europa.eu/transport/marcopolo/events/2012/european-info-day-2012_en.htm ) che si è svolto a giugno u.s. Il termine ultimo per presentare i progetti è il giorno 19 ottobre 2012.

Articolo pubblicato il 12 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus