Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ultime battute e scontri di una campagna vuota
di Raffaella Pessina

Sciopero della fame dei disabili, mentre imperversano i cocktail dei candidati. Marano: “Crocetta in perfetta continuità con Lombardo”

Tags: Elezioni, Regione Siciliana, Giovanna Marano, Gianfranco Miccichè, Rosario Crocetta, Giancarlo Cancelleri, Gaspare Sturzo



PALERMO - La campagna elettorale in Sicilia è giunta alle battute finali. Ancora un paio di giorni di appuntamenti  e tutti i candidati, compresi quelli alla presidenza della Regione, dovranno osservare il silenzio preelettorale. Poi domenica prossima si andrà al voto.

Giovanna Marano, candidata alla presidenza della Regione per Sel, Idv, Fds e Verdi tuona contro Crocetta suo avversario sostenuto dal Pd. “Se è vero che i candidati dell’Mpa danno indicazioni di voto per Crocetta - ha detto Marano - sarebbe l’ennesima conferma che quest’ultimo è in perfetta continuità con Lombardo”. “Non dimentichiamoci - aggiunge - che il Pd ha sostenuto quello stesso Lombardo che ha portato l’isola al collasso e adesso pretende di presentarsi come il nuovo. Noi siamo gli unici che non hanno mai avuto nulla a che fare né con il lombardismo né con il cuffarismo. Da giorni chiediamo un confronto pubblico con gli altri candidati ma hanno paura di noi, del nostro programma, perché non abbiamo scheletri nell’armadio”. Le risponde Sergio D’Antoni, membro della segreteria nazionale del Partito democratico.”In Sicilia votare il candidato di Beppe Grillo o Giovanna Marano significa di fatto contribuire a rinvigorire e far tornare il berlusconismo”.

Gianfranco Micciché, Grande Sud, ci tiene a chiarire la propria posizione. “La nostra coalizione è in vantaggio perché si rivolge e parla ai siciliani, nell’interesse esclusivo di questa terra. Non abbiamo siglato patti con i partiti nazionali. è chiaro ed evidente che i miei ‘avversari’ denunciano un grande nervosismo, provando a distrarre gli elettori con illazioni e falsità di ogni genere.
 
Sulla ipotesi che Raffaele Lombardo sosterrà Crocetta e non Micciché interviene Toto Cordaro, deputato regionale del Cantiere popolare. “Nessuno potra’ meravigliarsene – ha detto Cordaro - Del resto ritornerebbe nel grembo di Pd e di Fli che, con Lombardo, sono responsabili del disastr, gaspare stuzo della Sicilia. è questa la malapolitica, e a nulla servono i falsi proclami di Crocetta, che solo in apparenza rifiuta il lombardismo e il suo sistema clientelare”. Fa un distinguo Gaspare Sturzo, di Italiani liberi e forti. “Sono 2 milioni e 800 mila i siciliani incerti su cosa votare e se soprattutto se andare a votare. La mia candidatura s’inserisce tra i due estremi, la destra di Nello Musumeci e la sinistra di Rosario Crocetta. Io rappresento il mondo del laicato cattolico, porto le istanze di un mondo non rappresentato”.

Intanto questi saranno  i comizi di chiusura dei candidati a presidente: Giancarlo Cancelleri (Movimento Cinque Stelle) sarà a Palermo a Piazza Magione questa sera insieme con Beppe Grillo. Sempre questa sera, ma a Messina Cateno De Luca (Rivoluzione Siciliana) alle ore 19.30 in piazza San Nicolò Zafferia chiuderà la sua campagna elettorale. Rosario Crocetta (lista La rivoluzione è già iniziata)  chiuderà domani a Palermo a piazza Borsa.

La giornata di chiusura della campagna elettorale di Giovanna Marano (lista Libera Sicilia) si svolgerà domani 26 ottobre, sempre a Palermo in piazza Verdi, con inizio alle ore 21. Nello Musumeci (lista Per Musumeci Presidente) chiuderà domani  dalle 23 in piazza Vittorio Emanuele, a Militello in Val di Catania, in provincia di Catania, suo paese natale.

Gaspare Sturzo, candidato di Italiani Liberi e Forti, chiuderà venerdì a Menfi, in provincia di Agrigento, alle ore 20 con un comizio in via della Vittoria. La manifestazione di Gianfranco Miccichè è prevista per venerdì, con modalità in via di definizione.
Dovrebbe chiudere a Vittoria Giacomo di Leo (Partito Comunista dei Lavoratori). In un comunicato ufficiale pubblicato su facebook Mariano Ferro (Movimento i Forconi) ha fatto sapere che non terrà il suo comizio di chiusura che era previsto ad Avola per la non concessione dello spazio. Non si conoscono le modalità della chiusura della campagna elettorale della candidata a presidente Lucia Pinsone (lista Obiettivo Sicilia).

Naturalmente tutti i comizi avranno come contorno di musiche dal vivo, chi degustazioni gratuite, anche per invogliare gli elettori a partecipare in massa. Anche se da festeggiare c’è ben poco vista la situazione economica e sociale attuale in Sicilia: i rappresentati degli enti locali hanno manifestato davanti alla regione per mancanza di fondi, Salvatore Crisafulli (risvegliatosi dal coma vegetativo dopo due anni) ed altri 17 disabili gravissimi hanno iniziato lo sciopero della fame, sospendendo gradualmente la nutrizione.

“Abbiamo chiesto a tutti i candidati alla presidenza della Regione siciliana  di sposare la nostra battaglia per i trapianti di staminali - ha sottolineato Crisafulli - ma fino ad oggi solo due di loro hanno promesso che, in caso di elezione, l’avrebbero portata avanti”. E non si può dimenticare l’Associazione dei Costruttori siciliani che è tornata a chiedere il commissariamento della Sicilia al Capo dello Stato.

Articolo pubblicato il 25 ottobre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Giovanna Marano, candidato presidente della lista Libera Sicilia
Giovanna Marano, candidato presidente della lista Libera Sicilia
Gianfranco Miccichè
Gianfranco Miccichè