Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

M5S rinuncia a 1,4 mln di rimborsi elettorali
di Raffaella Pessina

Il movimento di Grillo ha ottenuto 15 seggi con 25 mila € di campagna elettorale. Facciano lo stesso le altre otto liste vincitrici delle elezioni

Tags: Ars, Beppe Grillo



Il movimento 5 Stelle ha deciso di rinunciare al rimborso elettorale di un milione e 426 mila euro che gli tocca dopo le elezioni regionali del 28 ottobre che lo ha visto il partito più votato in Sicilia. La rinuncia è stata formalizzata con una lettera inviata contestualmente alla Camera dei deputati ed all'ufficio di Presidenza dell'Ars, cui domani simbolicamente i quindici neo eletti deputati regionali consegneranno simbolicamente la gigantografia di un assegno da 1.426.000,00 euro. La cifra è stata ottenuta calcolando un euro a voto per 5 anni, moltiplicato per il totale delle preferenze ricevute da 5 Stelle, oltre 285.
 
“L'obiettivo – ha dichiarato il portavoce regionale Giancarlo Cancelleri è quello di dimostrare che può e si deve fare politica senza gravare sui cittadini”. Cancelleri ha aggiunto che la loro campagna elettorale è costata solo 25 mila euro perché hanno rinunciato a convention e manifesti 6 x 3 “. La consegna simbolica dell'assegno dei rimborsi elettorali sarà in streaming, all'indirizzo web www.m5s_siciliatour.it.
 
Intanto ieri mattina, martedì , quindi giorno in cui classicamente il Palazzo del Parlamento si anima per l'inizio delle sedute. Non c'era quasi nessuno, tranne ovviamente i dipendenti. Una eccezione è stato il parlamentare del Pdl Marco Falcone, che è stato anche colui che ha presentato il primo disegno di legge della 16ma legislatura e che riguarda la abolizione della legge regionale 44//65 che equipara l'Ars al Senato.
 
Ma Falcone non si è fermato qui. Ieri ha chiesto al Presidente Crocetta che venga applicato il Decreto del Dipartimento Attività Produttive secondo l'art. 9 della L.R. 26/2012 (ultima legge finanziaria regionale), in virtù' del quale si prevede l'istituzione, presso l'Irca, di un fondo di rotazione da cui tutte le cooperative sociali e gli enti socio-assistenziali che abbiano dei crediti pregressi superiori a tre mesi possano attingere.
 
L'applicazione di tale norma, in un momento in cui, per questo fine anno, il Patto di Stabilità non consente al dipartimento delle Autonomie Locali di effettuare ulteriori trasferimenti ai Comuni, consentirà' alle cooperative sociali e agli enti socio-assistenziali di avere una boccata d'ossigeno e pagare gli stipendi ai tanti lavoratori del settore". Passaggio di consegne intanto tra l'ex assessore regionale alla sanità massimo Russo e il nuovo, Lucia Borsellino. La Borsellino in precedenza era stata già capo della segreteria tecnica e successivamente direttore del dipartimento attività sanitarie. Il nuovo assessore ha dichiarato di essere a conoscenza del grande impegno che l'aspetta e che intende portare avanti un percorso cominciato e condiviso con “tante persone che hanno speso professionalità' e impegno credendo in un reale rinnovamento della politica, a partire dall'onestà e correttezza morale dei suoi esponenti, dagli ideali e dal modo con cui si amministra la cosa pubblica e dall'etica con cui si svolge un servizio per i cittadini”, ha concluso.

Articolo pubblicato il 14 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Giancarlo Cancelleri
Giancarlo Cancelleri