Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Rimborsi, rinunciare tutti e risparmiare altri 6 milioni
di Raffaella Pessina

Crocetta dopo Bruxelles a Roma per gli accordi sulle poltrone assessoriali. L’iniziativa del M5S da attivare entro 30 gg dalle elezioni

Tags: Ars, Rosario Crocetta, M5s, Beppe Grillo, Giancarlo Cancelleri



Come promesso, i rappresentanti del M5S hanno presentato ieri mattina per conoscenza all'Ufficio Protocollo della Presidenza dell'Assemblea Regionale Siciliana il documento indirizzato alla Camera dei Deputati, con cui si attesta la rinuncia formale al ricevimento dei rimborsi elettorali da parte del Movimento 5 Stelle Sicilia.
 
L'atto, preceduto dal gesto simbolico della esposizione della gigantografia di un assegno recante una orientativa cifra di circa un milione di euro “rappresenta un passaggio obbligato – è scritto in una nodta del M5S) entro il quale qualsiasi partito o movimento avrebbe dovuto presentare tale richiesta (30 giorni dalla tornata elettorale), pena il dover obbligatoriamente percepire il rimborso elettorale. L'iniziativa - è scritto - rende anche fede alla volontà referendaria dell'Aprile del 1993, in cui il 90,3% degli italiani si espresse a favore dell'abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti.
 
Resta ancora da chiarire l'entità della cifra alla quale il Movimento rinuncia, che sarà calcolata secondo le disposizioni di legge. Ma l'iniziativa non è piaciuta a Grande Sud. La coordinatrice nazionale dei club di Grande Sud, Costanza Castello ha detto che "I rimborsi elettorali non sono automatici: bisogna chiederli. La nuova normativa è chiara (96/2012) Non serve, pertanto, alcuna lettera di rinuncia”. Nel corso della manifestazione, Cancelleri ha dichiarato che il movimento no ha ancora preso alcuna decisione in merito alla presidenza dell'Ars e che la fiducia alla giunta di Crocetta sarà data in base alla qualità delle persone che metterà in giunta.
 
“Noi avremmo preferito una giunta di tecnici scelti per curriculum- ha detto Cancelleri - Sulla nomina di Franco Battiato come assessore, e' pesato di più' il "blasone del nome, ma mi sta bene, ci fossero più persone di cultura come lui pronti a spendersi per la propria terra". Ma tornando ai rimborsi, utilizzando il sistema del M5S (un euro a voto ricevuto moltiplicato i 5 anni di legislatura) e, facendo un rapido calcolo risulta che Il Pd potrebbe avere 1.286.370 euro, il Pdl 1.236.755 euro e l'Udc 1.039.135 euro. Agli autonomisti potrebbe andare una cifra pari a 912.980 euro, quasi 600.000 euro a “Crocetta presidente”, così come a Grande Sud. Poco più di 500.000 euro a “Musumeci presidente” e a Cantiere popolare 560.845 euro di rimborso. Rimasti fuori Fli, Idv e Sel e tutte le liste che non hanno raggiunto la soglia minima.
 
Ma come detto prima, per avere questi soldi, i partiti dovranno farne richiesta. Intanto prosegue il viaggio del presidente della Regione Rosario Crocetta che, dopo essere stato a Bruxelles ora si trova a Roma per discutere la composizione della giunta di governo con i responsabili regionali di Pd e Udc, Giuseppe Lupo e Gianpiero d'Alia. Si dovrebbero prevedere quattro poltrone per il Pd e tre per Udc che compresi i due assessori già nominati, raggiungerebbero il numero di 9 nomine su dodici. Se il Pm Nicolo' Marino dovesse accettare, Crocetta dovrebbe coprire solo altri due posti. Inoltre, la metà di questi dovranno essere donne, secondo quanto dichiarato dallo stesso Governatore. Sempre più insistenti le voci che danno la Presidenza dell'Ars in mano all'Udc.

Articolo pubblicato il 15 novembre 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐