Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Volti noti tra i candidati. Elezioni senza novità
di Raffaella Pessina

Continuano i cambi di casacca all’Ars: Dipasquale aderisce alla lista Crocetta. Lombardo alla guida della lista al Senato Pds-Mpa

Tags: Raffaele Lombardo, Elezioni, Carmelo Briguglio, Fabio Granata



Chiusa la presentazione delle liste per le elezioni nazionali, in Sicilia si vedono nomi noti e meno nella corsa ad una poltrona al parlamento romano. Il Fli schiera come capolista alla Camera nella Sicilia orientale il leader Gianfranco Fini e subito dietro i siciliani Carmelo Briguglio e Fabio Granata, rispettivamente coordinatore regionale e nazionale.
 
La lista di Fiamma tricolore per il Senato in Sicilia schiera Giovanni Salvaggio, seguito da Giuseppe Catalano e dall'avvocato Carlo Taormina, già esponente del Pdl. Depositata anche la lista, apparentata con il Pd e in corsa solo per il Senato, de “I Moderati”, che ha come capolista in Sicilia Alfonso Messina, seguito da Maria Cristina Bertazzo, moglie del deputato regionale Riccardo Savona, e Lucia Pinsone, già candidata alla presidenza della Regione. Il Centro democratico alla Camera in Sicilia orientale schiera capolista Bruno Tabacci, seguito da Carmelo Lo Monte e Gregorio Donnarumma.
 
Rita Bernardini e Marco Pannella guidano la lista per la Camera in Sicilia occidentale di Amnistia giustizia e libertà, che al Senato ha come capolista Tommaso Farina. Fratelli d'Italia schiera capolista alla Camera in Sicilia occidentale Gianpiero Cannella, deputato uscente, e al Senato Guido Crosetto, seguito dal deputato regionale Salvino Caputo. In Sicilia orientale il capolista è Ignazio La Russa.
 
E' l'ex presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo a guidare la lista al Senato del Pds-Mpa. Lista congiunta alla Camera per Mpa e Grande Sud: in Sicilia occidentale capolista Pippo Fallica, poi Antonino Rizzotto, mentre in Sicilia orientale capolista Guglielmo Scammacca della Bruca, seguito da Roberto Centaro.
 
Al Senato Gianfranco Miccichè guida Grande Sud, seguito da Salvatore Iacolino, uscito dal Pdl. Anche la Lega Nord-3L ha presentato le sue liste: in Sicilia occidentale con Veronica Navarra, in Sicilia orientale con Giuseppe Scrivano, sindaco di Alimena, al Senato con Giulio Tremonti. E intanto all’Ars continua l’attività dei cambi di partito da parte dei deputati, che peraltro sono stati eletti da pochi mesi. Oggi è la volta di Nello Dipasquale che ha lasciato il gruppo di Territorio all'Ars, di cui è stato finora presidente, per aderire alla Lista Crocetta.
 
Pippo Gianni invece ha lasciato il Pid – Cantiere popolare per entrare nel Centro democratico di Bruno Tabacci. E spiega il passaggio stigmatizzando il comportamento di Berlusconi che ha accolto a braccia aperte Lombardo e Miccichè che “hanno rovinato la Sicilia e causato la sconfitta del centrodestra alle elezioni regionali”.
 
Candidati al Senato e alla Camera nella lista centro democratico con Tabacci, oltre a Gianni, anche il cognato di Stefania Prestigiacomo, Giuseppe Liberto, e Nunzio Dolce ex capogruppo del Cantiere popolare alla Provincia di Siracusa. Possibile l’adesione al Centro di Tabacci anche il deputato regionale Totò Cascio. Infine Michele Cimino ha fondato il movimento Voce siciliana perché – dice – “è importante che in questo momento la Sicilia venga difesa dalla politica antimeridonialista che sta cercando di imporre la Lega con la complicità del Pdl e di tutti i partiti ex sicilianisti. Apprezzo il lavoro che sta facendo il presidente Crocetta, ma io non ho fatto alcuna scelta essendo condizionata quest'ultima alla condivisione del manifesto politico di Voce siciliana".

Articolo pubblicato il 23 gennaio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Raffaele Lombardo
Raffaele Lombardo