Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Farmaci: sprechiamo 373 mln in più
di Lucia Russo e Liliana Rosano

Alla Sicilia ancora il primato negativo: spesa al 14,6% della sanitaria complessiva, la media Italia è al 10,13%. Il consumo di equivalenti scende al 18,5% e negli ospedali medicine da casa

Tags: Farmaci



PALERMO - La percentuale della spesa farmaceutica convenzionata in Sicilia rispetto alla spesa sanitaria si abbassa di 1,6 punti, ma rimane la più alta d’Italia, pari al 14,6 per cento. In Italia è al 10,13 per cento e in Lombardia all’11,6 per cento. Sichifica che i siciliani sono più malati che nelle altre regioni e per questo hanno bisogno di acquistare più farmaci? No, non è così. Basta vedere che negli ospedali succede esattamente il contrario: in Lombardia c’è la spesa per farmaci più alta, in Sicilia tra quelle più basse. I siciliani che hanno da seguire una determinata terapia, infatti, se ricoverati in ospedale sono costretti a portarsi i farmaci da casa. Dunque allo scarso uso degli equivalenti, il cui consumo addirittura è diminuito rispetto al 2011, si aggiungono altri fattori che contribuiscono alla spesa convenzionata territoriale (farmaci classe A) più alta d’Italia. (continua)

Articolo pubblicato il 12 febbraio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus