Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - La Zona a traffico (poco) limitato con quasi metà dei vigili in ferie
di Melania Tanteri e Desirée Miranda

I controlli ci sono, ma ai cittadini manca proprio il senso civico e i divieti vengono puntualmente ignorati. Il comandante della Polizia municipale, La Magna: “I furbi sono sempre più di noi”

Tags: Catania, Vigili, Traffico, Ztl



CATANIA -à Le città ad agosto si svuotano, ma le cattive abitudini tendono a non andare in vacanza. È il caso di Catania, città in cui sembrano essere in molti quelli allergici alle regole, soprattutto se queste sono imposte dal Codice della strada.
La Zona a traffico limitato, Ztl, istituita dall’amministrazione cittadina nella zona di Piazza Teatro Massimo, ad esempio, sembra quasi non esserci affatto e non solo perché nessuna transenna impedisce l’ingresso nelle vie interdette.

Passeggiando per via Sant’Orsola, via Pulvirenti o via Landolina, tutte pedonali sulla carta, ci si accorge che il divieto di transito non viene rispettato da nessuno. Il numero delle macchine e dei ciclomotori che sfrecciano impunemente per le vie del centro chiuso al traffico è così elevato da fare sorgere il dubbio che non siano tutti residenti e quindi autorizzati al transito, e che alla base di un simile atteggiamento ci sia, oltre alla sempiterna inciviltà, l’assenza di controlli e di transenne a sbarrare gli accessi.
Ma non solo ztl: nemmeno la sosta selvaggia o l’abusivismo commerciale sembrano fenomeni in calo nei mesi estivi, tutt’altro. Nella centralissima piazza Stesicoro, ad esempio, lungo il marciapiede che delimita l’anfiteatro romano, la fila di macchine in sosta vietata è interminabile. Tale situazione, purtroppo, non è tale solo durante la settimana, quando la presenza di strisce blu e di parcheggi a pagamento spinge i più a lasciare la macchina dove prima gli capita, purchè non si paghi. Il malcostume, non solo in piazza Stesicoro, ma in molte altre zone della città, si ripete tutte le domeniche, giorni in cui la sosta nelle strisce blu è libera.

“Se di norma il corpo dei vigili urbani soffre di mancanza di personale  per una città caotica e problematica come Catania - spiega Maurizio La Magna, Comandante della Polizia Municipale – in estate, ad agosto in particolare, e negli altri periodi di ferie, il personale è ancora di più ridotto all’osso (sono 200 i vigili in permesso, quasi la metà), e questo comporta la diminuzione di alcuni servizi a vantaggio di altri, come ad esempio la viabilità. Per quanto riguarda la ztl – continua La Magna – i controlli li stiamo effettuando, ma i furbi sono sempre più di noi”.
Il Comandante rassicura che già da questa settimana buona parte del personale rientrerà dalle ferie e la situazione dovrebbe ritornare alla normalità. Bisognerebbe chiedersi, però, cosa significhi normalità per Catania.

Articolo pubblicato il 26 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Automobili e motorini in piazza Scammacca (mt)
Automobili e motorini in piazza Scammacca (mt)
Un divieto di sosta ignorato (mt)
Un divieto di sosta ignorato (mt)
Veicoli transitano in piena Ztl (dm)
Veicoli transitano in piena Ztl (dm)