Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Agrigento - E il progetto per lÂ’aeroporto vola verso contrada S. Oliva
di Paolo Picone

Il sito soddisfa tutte le condizioni richieste, ma alla fine sarà l’Enac ad avere l’ultima parola. Potrebbe sorgere in quella zona la struttura tanto attesa dalla comunità locale

Tags: Agrigento, Aeroporto



AGRIGENTO - L’aeroporto di Agrigento sarà realizzato in contrada Sant’Oliva, tra Licata e Campobello di Licata. Si tratta di un sito che si avvicina moltissimo a quello di Piano Romano, alle porte di Palma di Montechiaro, dove c’è già uno studio dei venti realizzato dall’ingegnere Marra che l’Enac a suo tempo aveva approvato.

L’argomento aeroporto ad Agrigento è stato discusso dal presidente della Provincia regionale, Eugenio D’Orsi, con il ministro per la Giustizia Angelino Alfano, che in questi giorni ha trascorso le vacanze in città. D’Orsi ha incontrato il guardasigilli assieme al responsabile dell’ufficio speciale Grandi infrastrutture della Provincia, Piero Hamel, che ha prospettato questa ipotesi al ministro Alfano.

“Il ministro – ha detto D’Orsi – ha subito chiarito che il sogno degli agrigentini di avere un aeroporto nel nostro territorio si realizzerà. L’alto rappresentante istituzionale ha assicurato che il progetto per la costruzione dello scalo nell’agrigentino avrà un’alta priorità. Anche da parte dell’Enac e dell’Enav, che devono rilasciare le autorizzazioni necessarie”.
Adesso D’Orsi attende la telefonata da parte del presidente dell’Enac, Vito Riggio, che dovrà indicare la data del sopralluogo da parte dei funzionari dell’ente per l’aviazione civile, in alcuni siti della provincia di Agrigento per poi rilasciare un parere preventivo.
“Il sito lo sceglierà l’Enac – ha aggiunto il capo dell’amministrazione provinciale – così eviteremo lungaggini burocratiche come già accaduto con il progetto dell’Aavt che aveva individuato la zona Acqua della menta a Racalmuto”.
Ma da dove esce fuori allora il sito di contrada Sant’Oliva?
“Ci siamo accorti – dice D’Orsi – che i terreni di Piano Romano sono stati acquistati da privati che a loro volta realizzeranno un grande insediamento turistico. Quindi abbiamo fatto un sopralluogo in una zona vicina e abbiamo visto che in contrada Sant’Oliva ci sono le condizioni che cercavamo. Abbiamo anche rispolverato lo studio dei venti realizzato dall’ingegnere Marra, che risulta essere in linea con quest’area, dove c’è la possibilità di realizzare una pista di sei chilometri”.
“Questo comunque – ha concluso D’Orsi - non significa che abbiamo già scelto il sito. Saranno i tecnici dell’Enac a dirci se va bene questo o un altro posto”.
 

 
Entro il 15 ottobre. Presentazione dei progetti preliminari
 
AGRIGENTO - L’aeroporto della Sicilia centro-meridionale, da costruire nel territorio della provincia di Agrigento, sarà realizzato con la procedura del dialogo competitivo, prevista con direttiva dal Parlamento europeo. È stato fissato al 15 ottobre prossimo il primo termine di scadenza per la presentazione dei progetti preliminari da parte delle ditte interessate alla costruzione e gestione della struttura.
La Giunta provinciale, guidata da Eugenio D’Orsi, ha dato incarico al dirigente del settore Grande progetto aeroporto di adottare i successivi provvedimenti necessari per la pubblicazione del bando. Il funzionario Piero Hamel provvederà alla nomina della Commissione tecnica per la valutazione delle proposte progettuali di seconda fase e per il dialogo competitivo.
“Si tratta - ha dichiarato D’Orsi - di un atto che ci consentirà di individuare quei soggetti interessati alla realizzazione e alla gestione dell’aeroporto. Senza è impensabile puntare all’autofinanziamento”.

Articolo pubblicato il 29 agosto 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus