Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Prestiti online, la Sicilia fra le regioni che ne richiede di più
di Valentina Forza

L'Isola è la quarta regione d'Italia per richieste di prestiti via internet, con percentuali più alte della media nazionale. Servono sopratutto per liquidità.

Tags: Supermoney



Con la crisi economica verrebbe da pensare che gli italiani non siano più interessati ai prestiti, soprattutto per via degli interessi da corrispondere alle banche e per la difficoltà di ottenerli. Tuttavia, le richieste di finanziamento continuano a essere elevate in tutta la Penisola, soprattutto per ottenere liquidità.
 
L’Osservatorio SuperMoney – portale specializzato nel confronto prestiti dei principali operatori bancari, da BNL a Intesa Sanpaolo – ha elaborato, attraverso il suo ultimo studio, un identikit completo del debitore italiano. Chi richiede in prestito è, nella maggior parte dei casi un lavoratore dipendente del settore privato (con contratto a tempo indeterminato), tra i 26 e i 45 anni, e necessita in media di 17 mila euro. Per farlo è stato esaminato un campione di 50 mila utenti che ha inoltrato sul sito una richiesta di preventivo, nel periodo compreso tra novembre 2012 e aprile 2013.
 
Facendo un confronto tra i dati siciliani e quelli nazionali, spicca immediatamente il numero di richieste pervenute dalla regione. Il 9% delle domande totali, arriva infatti dalla Sicilia, che si colloca così al quarto posto nella classifica nazionale di quelle che s’indebitano maggiormente, superata solo da Lombardia (16%), Lazio (12%) e Campania (11%).
 
Esattamente come per la media nazionale, anche nella regione la finalità principale per richiedere un prestito è la liquidità, col 20,6% delle richieste (20,8% media italiana, ndr). Cambiano però, tutte le altre motivazioni per cui si chiede un finanziamento: il 17,2% dei siciliani ha bisogno di un importo per ristrutturare casa (finalità che invece si classifica terza su scala nazionale).
 
I prestiti per comprare un'auto, che in Italia sono al secondo posto per numero di richieste (14,5%), perdono importanza in Sicilia, collocandosi qualche punto più in basso all'11,1%. Interessante, poi, vedere che una finalità insolita come quella per cerimonie e regali raggiunga sull'Isola una percentuale del 3,1%, più che doppia rispetto alla media nazionale dell'1,7%.
 
Quello che, invece, la Sicilia ha in comune con i riferimenti italiani è l’età media di chi richiede un prestito. La fascia d’età principale è quella compresa tra i 26 e i 45 anni, con più della metà delle richieste totali (il 55,8%). Segue quella che va dai 46 ai 65 anni (32,12%), mentre under 25 e over 65 hanno inoltrato la quantità minore di domande, rispettivamente il 6,34 e il 5,70%.

Articolo pubblicato il 05 giugno 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus