Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La stagione delle anime disperate. Più di 500 migranti alla settimana
di Gianluca Di Maita

Dopo l’ultimo tragico weekend, in cui hanno perso la vita 7 persone proseguono gli sbarchi. Continui ponti aerei e trasferimenti tra Lampedusa e Cagliari

Tags: Immigrati, Lampedusa



LAMPEDUSA (AG) - La stagione della disperazione è ufficialmente iniziata. Proseguono gli sbarchi dopo il sanguinoso weekend scorso, in cui sono stati almeno sette i migranti che sono morti nel Canale di Sicilia, nel tentativo ultimo di raggiungere le coste italianne dopo essere rimaste per ore aggrappate ad una gabbia di tonni trainata da un barcone tunisino. Evento che ha suscitato il commento su Facebook, totalmente fuori luogo, delle leghista, ormai ex referente della tutela degli animali della città di Monza, Anna Giulia Giovacchini: “Quindi le gabbie peri tonni non solo uccidono i poveri pesci, ma danneggiano anche gli italiani , vegetariani o onnivori! Un motivo in più per non mangiare tonno!”.
 
Se non tardano le esternazioni discriminatorie, non cessano  quindi neppure gli sbarchi. Nella notte tra lunedì e martedì sono giunti dalle coste libiche 259 extracomunitari, soccorsi dalle operazioni congiunte delle fiamme gialle e della guardia costiera. Tra la giornata di mercoledì e di ieri invece, sono saliti a 198 uomini e 22 donne gli stranieri sbarcati a Lampedusa. Sono stati destinati al centro di accoglienza di Elmas, tutti maggiorenni e in buon salute, originari dell’Africa sub sahariana.
 
Dal punto di vista delle condizioni sanitarie e del rispetto dei diritti umani, la prima notte è passata in estrema tranquillità. Nei giorni a seguire, cominceranno le normali attività all’interno del centro, che oltre alle visite mediche, prevede l’inizio di un corso di alfabetizzazione di attività ludiche. 24 ore su 24 vi sono un medico ed un infermiere all’interno del centro accoglienza, pronti a rispondere subito a qualsiasi emergenza degli immigrati, i quali sono stati assistiti pure da un assistente sociale per un eventuale sostengo pisicologico. Sono in totale 529 gli immigrati ospitati in questo momento a Lampedusa. Ma la notte è teatro di continui trasferimenti tra Lampedusa, Porto Empedocle, Mineo e Cagliari. In quest’ultima città sono stati 220 gli extracomunitari che sono stati trasferiti con due diversi voli, mentre 159 sono stati portati con l’aliscafo a Porto Empedocle, da dove 150 sono stati accompagnati a Mineo mentre 17 sono stati divisi tra Agrigento e Palermo.

Articolo pubblicato il 22 giugno 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus