Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Quell'aria siciliana irrespirabile
di Rosario Battiato

Inquinamento atmosferico, ogni anno 800 persone muoiono per malattie correlate all’apparato respiratorio. Industrie e mobilità insostenibili, Piano regionale assente: grane mai risolte

Tags: Inquinamento, Industria, Piano Regionale



PALERMO – La Sicilia fatica a migliorare la qualità della propria aria. I polmoni siciliani ogni giorno subiscono l'effetto multiplo della mobilità insostenibile, dei trasporti, delle centrali elettriche e dei processi collegati alla raffinazione dei prodotti petroliferi.
“L'inquinamento atmosferico nuoce alla salute” è stato per molto tempo un motto basato sul buon senso, ma adesso, dicono studi europei, ha trovato anche la correlazione scientifica. In Sicilia le malattie cardio-respiratorie, secondo una stima, uccidono circa 800 persone all'anno.
Le performance industriali della Sicilia sono in miglioramento, ma ancora esagerate (+5,8%) rispetto al meccanismo europeo dei certificati di emissione (ETS). In prima fila tra i “fumatori” il settore industriale e gli impianti di combustione mentre a superare i pacchetti europei sono gli impianti di combustione e metallurgia. (continua)

Articolo pubblicato il 23 luglio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐