Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ai partiti dell’Ars regalo di 6 mln di euro
di Pierangelo Bonanno

Finanziamento pubblico mascherato in rimborsi e cofinanziamento in base alla legge 96 del 6 luglio 2012. Solo M5S non ne ha fatto richiesta, tutti gli altri li ricevono senza alcun rendiconto

Tags: Ars



Grazie alla L. 96 del 6 luglio 2012, i partiti vincitori delle elezioni regionali di ottobre 2012 anche per questa legislatura percepiranno un regalo di 6 milioni di euro in rimborsi (5,5 milioni) e in cofinanziamenti (574 mila euro). In sostanza, nonostante la volontà espressa dagli italiani nel 1993 per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, questo continua a rimanere. Così, puntuale a fine luglio 2013, è stato pubblicato, come ogni anno, il decreto del presidente della Camera dei deputati per l’assegnazione per il 2012 del rimborso e del cofinanziamento (novità basata sulle quote associative ed erogazioni liberali ricevute nell’anno dal partito o movimento).
Secondo l’art. 3 della L. 96/12 il partito, però, doveva farne richiesta entro 30 giorni dalla vittoria elettorale. Ebbene solo il M5S non ne ha fatto richiesta, tutti gli altri, invece, continuano a ricevere questo regalo, senza dover documentare le spese effettuate. (continua)

Articolo pubblicato il 08 agosto 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus