Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ragusa - Raddoppio della Rg-Ct svolta “entro novembre”
di Redazione

Attesa la firma sull’accordo con il pool di imprese che realizzerà i lavori

Tags: Ragusa-Catania, Raddoppio, Viabilità



RAGUSA - Il commissario straordinario della Provincia, Giovanni Scarso, ha avuto un lungo colloquio telefonico col dirigente dell’Istituto di Vigilanza concessioni autostradali del ministero delle Infrastrutture, Mauro Coletta, per monitorare i tempi per la firma della convenzione col pool di imprese, capofila il Consorzio Maltauro, che realizzerà il raddoppio della Ragusa-Catania, secondo il project financing deliberato già dal Cipe.

La sollecitazione del commissario Scarso al direttore Coletta nasceva dall’esigenza di avere risposte certe sui tempi della firma della convenzione, in considerazione del fatto che bisognerà procedere entro l’anno, pena il rischio di perdere i finanziamenti europei.
“Il colloquio telefonico col direttore Coletta – ha spiegato Scarso – mi ha tranquillizzato perché dopo la riunione in Prefettura dello scorso mese di maggio, durante la quale erano stati fugati dubbi e perplessità circa l’interesse del concessionario ad andare avanti nel progetto, ci sono stati un paio di mesi di silenzi che mi hanno spinto a chiedere dei chiarimenti”.
“Coletta – ha aggiunto il commissario - mi ha confermato che il concessionario ha già presentato alla struttura ministeriale i documenti necessari per pervenire alla firma della convenzione, che stanno per essere valutati. La firma della convenzione appare dunque probabile entro la fine del mese di novembre”.
“Questa risposta – ha concluso - se da un lato mi conferma che l’iter per la realizzazione del raddoppio della Ragusa-Catania prosegue, non mi esime dal proseguire nell’azione di monitoraggio per la realizzazione dell’opera che resta prioritaria per il ‘salto’ infrastrutturale del nostro territorio, specialmente, dopo l’apertura del nuovo aeroporto di Comiso”.

Articolo pubblicato il 29 agosto 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus