Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La mafia è nei Comuni del Nord
di Stefania Zaccaria

Come un cancro le infiltrazioni criminali hanno ormai contagiato anche il Nord. Le zone più ricche del Paese sembrano essere diventate le più “appetibili”. Nel mirino delle Forze dell’Ordine sono finiti, oltre la Lombardia, anche alcuni centri di Piemonte e Liguria

Tags: Mafia



PALERMO – Dal 1991 a oggi i vari Governi nazionali hanno emesso ben 243 provvedimenti di scioglimento di Consigli comunali – 14 solo nel 2013 - perché la loro attività era ormai considerata compromessa dalla criminalità organizzata. Il terribile morbo che affligge gli Enti locali ha gradualmente avvolto anche le Regioni del Nord e, negli ultimi anni, sono numerosi gli esempi, naturalmente negativi, di amministrazioni settentrionali mandate a casa per condizionamenti mafiosi.
La geografia dei Comuni sciolti si è così trasformata e la recente vicenda del Comune di Sedriano, nel milanese, è senz’altro il dato più indicativo: è infatti il primo Comune della Lombardia sciolto per mafia (qualche settimana fa), anche se fa seguito a casi eclatanti come quello di Desio, in provincia di Monza Brianza, e di Buccinasco, in territorio milanese. (continua)

Articolo pubblicato il 07 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus