Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La favola dell’emigrato De Blasio sindaco di New York
di Redazione

Grande vittoria per il public advocate democratico. I nonni del Sud Italia

Tags: Michael Bloomberg, Bill De Blasio, New York



NEW YORK - Bill de Blasio è il vincitore delle elezioni per il sindaco di New York. Come pronosticato dagli ultimi sondaggi, dopo i tre mandati di Michael Bloomberg, de Blasio, di origini italiane, è il primo democratico a diventare sindaco di New York in 20 anni. “Siamo orgogliosi di quello che abbiamo realizzato in questa campagna”, ha detto il democratico 52enne a una folla festante di sostenitori.

“Oggi avete parlato in modo forte e chiaro per una nuova direzione di New York uniti dalla convinzione che la nostra città non debba lasciare indietro nessun newyorkese”, ha aggiunto. “Nessuno faccia confusione: la gente di questa città ha scelto una via progressista e questa notte inizieremo insieme questo cammino”. La percentuale della vittoria - secondo i dati ancora non ufficiali - ha avuto il 49% di vantaggio sull'avversario repubblicano Joe Lotha: gli darà la forza di portare avanti la sua agenda politica liberal. De Blasio giurerà come 109esimo sindaco di New York il prossimo primo gennaio.

La netta vittoria del fino a pochi mesi fa praticamente sconosciuto “public advocate”, il difensore dei consumatori e dei diritti dei cittadini di New York, conferma come il democratico sia riuscito a diventare quella che il New York Times definisce “la fiera voce della disillusione di New York per la nuova età d'oro” rappresentata dal boom che la città, ma solamente la ricca Manhattan secondo il nuovo sindaco, ha avuto nei 12 anni dell'era di Michael Bloomberg.

La sua vittoria a valanga è stata ottenuta quindi grazie ai voti arrivati soprattutto dagli altri burroughs, dai quartieri centrali di Brooklyn - de Blasio vive con la sua famiglia a Park Slope, in effetti un quartiere di Brooklyn diventato tra i più eleganti e costosi della città - fino a quelli del sud est dei Queens, dai quali è arrivata “una potente reazione alla mentalità manageriale che ha dominato alla City Hall negli ultimi 20 anni e una netta sterzata a sinistra per la più grande metropoli della nazione”.

Il neoeletto sindaco di New York ha voluto ricordare le sue origini italiane e ringraziare parenti ed amici. Parlando ad una folla di sostenitori, De Blasio ha voluto esprimere “un ringraziamento speciale” a parenti ed amici italiani, cui ha detto, in perfetto italiano: “Grazie a tutti!”. Ma il primo cittadino newyorkese ha parlato anche in spagnolo. “La gente di questa città - ha detto - ha scelto il cammino progressista. Questa sera abbiamo cominciato a camminare insieme coma una sola città”.
Barack Obama si è complimentato al telefono con i vincitori democratici delle tornate elettorali: de Blasio, il neo governatore della Virginia Terry McAuliffe e il nuovo sindaco di Boston Martin Welsh.

Il nonno di Bill de Blasio, Giovanni De Blasio era di Sant'Agata dei Goti (Benevento) mentre la nonna Anna Briganti era di Grassano, in provincia di Matera. De Blasio e Briganti si incontrarono negli Stati Uniti da emigranti e si sposarono. Dal loro matrimonio nacque Dorotea De Blasio, madre del neoeletto sindaco, da cui Bill ha preso anche il cognome.

Articolo pubblicato il 07 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus