Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - I Paperoni di Giunta e Consiglio, ma la trasparenza non è totale
di Gaspare Ingargiola

Il sindaco Orlando si conferma al primo posto della classifica; Finazzo spicca a Sala delle Lapidi. Sul web mancano alcuni curricula e gli stipendi dei Cda delle partecipate

Tags: Palermo, Leoluca Orlando, Salvatore Finazzo, Luciano Abbonato



PALERMO – Anche il Comune di Palermo si adegua alle norme sulla trasparenza amministrativa e pubblica sul proprio sito istituzionale i redditi del sindaco, della giunta e dei consiglieri comunali. All’interno dell’esecutivo il sindaco Leoluca Orlando si conferma il più ricco per il secondo anno consecutivo con un reddito lordo annuo di 176.359 euro, di cui 57.905 connessi alla carica. Il primo cittadino beneficia anche di due terreni a Prizzi e Pietraperzia e di dieci fabbricati, sette in usufrutto e tre di proprietà.
 
Tra i consiglieri il reddito più elevato è del vice presidente Salvatore Finazzo con 142.012 euro lordi annui. Finazzo può contare su due fabbricati di proprietà e due in usufrutto a Palermo e due fabbricati di proprietà a Petralia Soprana, oltre che su una moto e un posto nei consigli di amministrazione della Sicurtransport e della Sicur Cash. All’appello, per un più completo rispetto della normativa in materia mancano diversi curricula dei consiglieri, i redditi dei componenti dei Cda delle partecipate e l’Anagrafe degli eletti, che attesta le presenze in aula e le iniziative amministrative dei componenti di Sala delle Lapidi.

Nella giunta è l’assessore al Bilancio Luciano Abbonato a ottenere la piazza d’onore dietro il primo cittadino, con un reddito di 175.462 euro (di cui 28.447 connessi alla carica), un’abitazione, un box, una vettura, un’imbarcazione e una quota della società Connect Sud Srl. Sul gradino più basso del podio l’assessore all’Ambiente Giuseppe Barbera, che nel 2013 ha dichiarato 113.159 euro lordi (di cui 23.633,65 connessi alla carica), un fabbricato a Palermo, uno a Pantelleria e un’auto.
 
A seguire si piazzano il vicesindaco Cesare Lapiana con 107.634 euro lordi annui (di cui 51.643,90 connessi alla carica), un camper e una vettura; l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone con 77.624 euro (di cui 47.267,28 connessi alla carica), un box e un appartamento; l’assessore alla Gestione del territorio Agata Bazzi con 59.586 euro (di cui 43.984,83 connessi alla carica) e un fabbricato; l’assessore alla Mobilità Tullio Giuffrè con 58.349 euro (di cui 47.267,28 connessi alla carica), un terreno a Caltavuturo, due fabbricati a Palermo, una vettura e il 97% della Società agricola Chiusa srl (nuda proprietà); l’assessore alla Partecipazione Giusto Catania con 53.864 euro (di cui 34.147,48 connessi alla carica), un’abitazione, una vettura e l’11% della società “Marina di Levante”; l’assessore alle Attività Produttive Marco Di Marco (che è anche socio unico della Mdm Holding e al 50% della Arte Danza sas) con 51.592 euro (di cui 47.267,28 connessi alla carica); l’assessore alle Attività sociali Agnese Ciulla con 51.416 euro (di cui 47.267,28 connessi alla carica); e, infine, l’assessore alla Scuola Barbara Evola con 46.401 euro (di cui 45.297,81 connessi alla carica), una multiproprietà a Marilleva, in provincia di Trento, e un’abitazione.

Tra i consiglieri si classificano al secondo e al terzo posto rispettivamente Aurelio Scavone e Francesco Mazzola. Il primo ha dichiarato nel 2013 111.126 euro lordi, un’auto, il 10% di un’abitazione a Palermo, una multiproprietà a Calampiso e un terreno a Mazara del Vallo; il secondo 93.684 euro lordi, tre fabbricati a Palermo e tre a Monreale (due al 66% e uno al 16%), oltre a due moto e un’auto storica. Nei primi dieci ci sono Antonella Monastra con 92.473 euro, Sandro Leonardi con 88.524 euro, Rosario Filoramo con 78.609 euro, Nicolò Galvano con 78.232 euro, Paolo Caracausi con 76.532 euro, Filippo Occhipinti con 74.716 euro e Nadia Spallitta con 73.095 euro. Agli ultimi posti, con un guadagno medio di poco più di mille euro lordi al mese, si piazzano Fabrizio Ferrara con 13.325 euro, Serena Bonvissuto con 13.218 euro, Juan Diego Catalano con 12.913 euro, Francesco Bertolino con 12.303 euro e, fanalino di coda, Andrea Mineo con 12.128 euro.

Articolo pubblicato il 23 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus