Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Agricoltori siciliani vessati dalla Regione
di Michele Giuliano

Burocrazia asfissiante e campi abbandonati: 1.620 km2 di terreni incolti in più rispetto al 2000 e 129.359 aziende in meno. Ripartire da biologico, bioenergia e zootecnia. Cartabellotta: “80 mln dal Psr 2014-20”

Tags: Agricoltura, Regione Siciliana



L’agricoltura? Non è un lavoro per giovani verrebbe da dire, parafrasando il celebre film dei fratelli Coen. L’ultimo censimento generale dell’agricoltura in Sicilia, portato avanti dall’Istat, ha messo in evidenza come il settore agricolo sia dominato dagli “anziani”. I capo azienda che hanno sino a 39 anni di età sono appena il 12 per cento del totale, gli imprenditori agricoli ultra sessantacinquenni sono invece il 40%. Ma la desertificazione dell’agricoltura è un processo che non sembra destinato ad arrestarsi. A tutto il 2010 l’Istat ha calcolato che in Sicilia risultano 1.620 km2 di terreni abbandonati, e quindi improduttivi, vale a dire oltre il 10 per cento dell’attuale superficie produttiva (13.840 km2). Di fronte a questi fenomeni la Regione è stata immobile (o quasi). Ora, in vista della nuova programmazione dei fondi Ue per il 2014/2020 sta provando a rivedere i suoi piani, con un occhio di riguardo ai giovani. (continua)

Articolo pubblicato il 13 dicembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus