Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le coste di Sicilia in barca, adesso la vacanza si organizza online
di Redazione

Un'idea "social" per rilanciare il turismo lungo le coste isolane e agevolare i contatti tra i viaggiatori e gli addetti del settore. Tra meno di una settimana sarà possibile gestire tutti gli aspetti del viaggio da un unico sito. 

Tags: Mare, Turismo, Social



PALERMO – Una piattaforma web per organizzare la propria vacanza in barca a vela lungo il litorale siciliano, un servizio di booking con tutte le funzioni di social network. Si presenta così l'idea di un team di giovani con la passione per il mare. 
 
L'idea “Dopo aver navigato per tutto il mondo – ha spiegato all'Ansa Luca Lianza, armatore, 38 anni napoletano di origini siciliane - ho deciso di tornare a vivere sulla mia barca attraccata al porto di Palermo e di puntare sulla Sicilia. Ho creato una piattaforma web per prenotare le vacanze, www.intersailclub.com, la cui nuova versione sarà online il 4 aprile, arricchita da funzionalità innovative come motori di ricerca per comparare itinerari e prezzi, un sistema di messaggistica che consente di parlare con chi organizza l'itinerario, visitare i profili delle persone che hanno prenotato e confrontarsi con loro, una chat pubblica per ogni crociera. Ma il fiore all'occhiello è che ogni cliente potrà chattare direttamente con le società di charter e con gli armatori, sapendo dunque nelle mani di chi si mette: una scelta che consente anche di dare visibilità agli operatori turistici in Sicilia”.
 
I numeri Oltre 70 barche, tra yacht e catamarani, destinate alla Sicilia con la possibilità di scegliere il “tema” del proprio viaggio: ballare il tango a Filicudi e esplorare la Grotta del Bue Marino, visitare i vitigni di Malvasia dopo aver nuotato tra le acque di Salina, fermarsi a Stromboli e farsi raccontare come si cucina il pesce spada “allo strombolicchio”, spargersi addosso il caolino, argilla dell'isolotto di Lisca Bianca e immergersi tra le fumarole sottomarine.
 
 
 

Articolo pubblicato il 28 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐