Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Scuola Morvillo di Monreale da ristrutturare ma solo se si sbloccano i fondi
di Luca Mangogna

In una nota il ministero dell’Istruzione ha invitato l’Istituto di Monreale ad accelerare le procedure. Nel 2010 fu accettata la richiesta di finanziamento, ma ancora si attende il progetto

Tags: Monreale, Scuola



MONREALE (PA) – Il ministero dell’Istruzione chiama, ma Monreale (per ora) non risponde. La questione è quella relativa al finanziamento per la ristrutturazione del plesso scolastico “Francesca Morvillo” che rischia di perdere i fondi Fesr-Pon, per un totale di circa 350 mila euro, utili alla ristrutturazione di gran parte dell’edificio, che necessita di interventi soprattutto nei bagni e negli impianti elettrici.

La richiesta di finanziamento avvenne ormai quasi quattro anni fa, nel dicembre 2010, allorquando la direzione didattica dell’istituto inoltrò la domanda per usufruire dei fondi europei, utili a rimettere in sesto la disastrata struttura del plesso. Al termine della procedura di richiesta, la scuola avviò col Comune un accordo di rete e un progetto preliminare da dove poi partì l’iter, che si concluse con l’approvazione da parte dell’Ue il 18 settembre del 2012 che a sua volta, confermò il finanziamento il 13 dicembre dello stesso anno. Ma da allora sulla vicenda è calato il silenzio. Perché infatti i fondi arrivino a destinazione è necessario presentare il progetto definitivo, il quale ancora, a distanza di quasi due anni, non è stato ultimato.

L’Ufficio scolastico regionale ha già sollecitato più volte l’istituto, ed è di pochi giorni fa la notizia secondo la quale il ministero dell’Istruzione, per l’appunto, ha inviato una nota, trasmessa allo stesso Usr, in cui si invita la scuola a presentare finalmente il succitato progetto, pena la perdita inevitabile del finanziamento.

“Occorre accelerare – si legge nella nota - le procedure per contribuire a risolvere i problemi legati all’edilizia scolastica. Inoltre l’avvio dei cantieri potrebbe costituire un’occasione di lavoro e la perdita di risorse destinate alle problematiche strutturali delle istituzioni scolastiche sarebbe grave”.

L’istituto, avvinghiato a piene mani in questa vicenda dai contorni kafkiani, a sua volta però attende che l’amministrazione comunale rediga e s’impegni a ultimare nel più breve tempo possibile, la parte esecutiva del progetto, in modo tale da inserirla immediatamente nella piattaforma digitale del ministero e ricevere la somma. Purtroppo però, al momento, dal Comune non è arrivato nulla, nonostante i numerosi solleciti della scuola, e mentre in campagna elettorale si fanno grandi propositi di rinascita del territorio, l’istituto “Francesca Morvillo” rischia di perdere per sempre questi fondi che sarebbero vitali per l’adeguamento del plesso, nonché un’opportunità di far muovere l’economia in una zona che da troppo tempo attende segnali di crescita e sviluppo.

Articolo pubblicato il 14 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus