Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le assicurazioni più convenienti si scelgono anche grazie ai social
di Bruno Grande

Trovare le assicurazioni più convenienti dando un’occhiata anche ai social media: arriva InsurVisor, il tripadvisor delle compagnie assicurative 

Tags: Assicurazioni, Auto, Convenienza, Mercato, Compagnie, Direct Line, Genertel, Genialloyd, InsurVisor, Social



Se un automobilista vuole trovare le assicurazioni auto più convenienti sul mercato può porre le Direct Line e le sue offerte a confronto con quelle di Genertel, Genialloyd o delle altre compagnie assicurative. Per farlo la cosa migliore è calcolare un preventivo tramite uno dei portali di comparazione online o attraverso i siti web ufficiali delle compagnie, ma come si fa a sapere se quella assicurazione è effettivamente la migliore e tratta bene i suoi clienti? Il consiglio è quello di chiedere ai social media.
 
 
Internet, infatti, oggi offre l’opportunità di comunicare con milioni di persone al mondo anche sconosciute e questo meccanismo è sfruttato anche per chiedere pareri su determinati prodotti. Adesso è arrivato sul web il socialInsurVisor, ovvero un portale dedicato a broker e imprese assicurative, che aiuta i consumatori anche a trovare le assicurazioni più convenienti sul mercato. Come fare? Basta chiedere agli utenti o leggere i vari commenti sui profili delle aziende.
 
 
InsurVisor è descritto come il “tripadvisor del mondo assicurativo”. Se tripadvisor infatti è il principale portale per commenti su hotel o ristoranti, InsurVisor mira a diventare il principale punto di riferimento per i clienti di assicurazioni. In pratica, attraverso questo social media, gli utenti possono dare un voto a una determinata impresa assicurativa ed eventualmente anche commentare il servizio dando il proprio parere personale ad esempio sul rapporto qualità prezzo o sull’assistenza.
 
 
Iscriversi a InsurVisor è ovviamente gratuito e come ogni social network per ogni utente viene creato un profilo pubblico con informazioni varie e i commenti degli altri utenti. “InsurVisor è il primo marketplace indipendente nel settore delle polizze e mira ad accogliere tutti i professionisti – dice l’ideatore e fondatore della start up Andrea Viganotti (ex broker assicurativo) – puntiamo a diventare leader del mercato e nel 2015 ci svilupperemo anche in Europa”.
 
 
L’obiettivo di InsurVisor è quindi quello di migliorare il servizio delle imprese assicurative in base alle esigenze dei clienti che possono commentare i vari profili. Le assicurazioni di conseguenza avranno tutto l’interesse a “coccolare” i propri clienti per non ricevere cattivi commenti sul social network. I benefici del servizio, quindi, si dovrebbero avere da entrambe le parti, ma in ogni caso InsurVisor rappresenta un importante vetrina sul web per un settore ancora un po’ indietro dal punto di vista tecnologico.
 
La reputazione su internet diventerà sempre più importante per un’azienda e ormai se sul web non ci sei allora non esisti per milioni di potenziali clienti. Grazie a InsurVisor, però, oltre a ottenere informazioni su una specifica compagnia assicurativa si potrà anche contattare un agente che riceverà una notifica se attiverà la versione premium del social. Presto, poi, InsurVisor arriverà anche su dispositivi mobile con un’app per tablet e smartphone.
 
 
Insomma, internet sta diventando sempre più un punto di riferimento per i clienti di assicurazioni. Sui siti di comparazione online, infatti, si possono trovare i prezzi più convenienti e sui social media come InsurVisor si possono leggere i commenti sui vari servizi delle compagnie. Il binomio sembra perfetto per un consumatore che vuole orientarsi sul mercato e scegliere il prodotto migliore per le proprie esigenze. Il consiglio quindi è di fare tante ricerche sul web e confrontare tanti prodotti.

Articolo pubblicato il 20 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus