Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Carburanti, in Sicilia solo il 62% di impianti registrati alla App "OsservaPrezzi"
di Andrea Carlino

Ancora da migliorare l’applicazione per trovare il prezzo più conveniente

Tags: Carburante, Prezzi, App



CATANIA - Il governo, come detto, ha lanciato “OsservaPrezzi”, la app per trovare gli sconti sulla benzina. L’obiettivo è mettere in concorrenza i gestori e convincerli, offrire i prodotti a prezzi più vantaggiosi. Già disponibile su Google Play, presto sbarcherà anche sull'App Store di Apple. L'applicazione, sviluppata con Unioncamere e Infocamere, ordina i distributori presenti nella propria zona contraddistinguendo i più economici (verde) dai più cari (rosso). Al fine di garantire un’affidabilità reale, sono state previste sanzioni per chi diffonde dati falsi. Al momento sono sulla applicazione 17.113 impianti sui circa 24mila presenti in Italia, compresi i gestori no logo.
 
Dei 17 mila impianti registrati, 480 si trovano sulle autostrade, 2.206 nelle strade statali e 14.427 nelle altre strade. L'adesione al servizio varia da regione a regione: il Trentino-Alto Adige con l'88% degli impianti iscritti a 'OsservaPrezzi' è la regione con il maggior numero di distributori registrato. Seguono Veneto (83%), Emilia Romagna (83%), Lombardia (79%), Friuli-Venezia Giulia (79%), Toscana (77%), Piemonte (76%), Umbria  (72%), Liguria (72%), Lazio (66%), Sardegna (65%), Marche (64%), Molise (64%), Sicilia (62%), Abruzzo (60%), Campania  (56%), Basilicata (56%), Puglia (56%) e Calabria (53%).

Il sottosegretario Simona Vicari ha commentato così la nascita di questo utile strumento: “Forniamo ai consumatori uno strumento utile, grazie al quale sarà possibile accedere facilmente ai vari listini e scegliere il gestore più conveniente. Questa app non si rivolge soltanto ai consumatori ma anche ai gestori”.

L'app funziona in modo abbastanza semplice. Una volta avviata basta attivare il dispositivo GPS sul proprio cellulare e indicare di che tipo di carburante abbiamo bisogno (funziona anche per GPL e metano), con la possibilità di scegliere se si vuole un distributore self service o soltanto uno con il servizio. Cliccando su “in zona” vengono rilevati i distributori più convenienti su un raggio di 5 km dalla nostra posizione, una volta scelto il distributore sarà possibile raggiungerlo con "calcola percorso", che attiva la funzione del navigatore e vi porta a fare rifornimento.

L'app, però, va migliorata moltissimo: oltre che più aggiornata (alcune segnalazioni sono molto vecchie) deve essere più fluida, più intuitiva, più user friendly. Mancano molti distributori ed inoltre non trova la posizione senza GPS attivo (nonostante il wifi/3g attivi).

Articolo pubblicato il 01 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus