Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Un "Mobile wallet" per pagare rapidamente e in tutta sicurezza
di Maria Francesca Fisichella

In una app, il pos di ultima generazione attraverso la tecnologia Ipayst

Tags: App, Mobile Wallet



CATANIA - “Lascia a casa il portafoglio, paga facilmente e velocemente, sempre in sicurezza”. La tecnologia lo permette con una nuova app, scaricabile su smartphone e tablet, che riproduce un portafoglio elettronico (mobile wallet), tramite il quale è possibile pagare con le proprie carte di credito e debito.
 
È la tecnologia di “Ipayst”, pos di ultima generazione, che elimina il disagio della compilazione dei dati anagrafici, di fatturazione e di spedizione. Basta, infatti, un “click” sul codice generato dal suo sito per potere trasferire tutti i dati, già precedentemente inseriti nello smarthphone o tablet dei suoi clienti. Questa nuova applicazione dal sapore mitteleuropeo, vede associati Asseprim, Assofranchising, Confcommercio, Netcomm, Unioncamere.

Certo, per l’utilizzo servirà sempre una connessione internet, ma funziona pure all’estero e permette di aggiungere nuove modalità di pagamento e di modificare l’indirizzo di fatturazione principale e aggiornare in qualsiasi momento i dati delle proprie carte.

Tra le “Faq”, relative a questo nuovo sistema, si chiarisce cosa succede se si smarrisce il proprio smartphone. La sicurezza per i dati sensibili corre rischi? Sembrerebbe proprio di no, visto che non sono conservati dati sensibili nello smartphone. Ed ancora, il negoziante può sempre essere certo dell’avvenuto pagamento? Sì, perché sul portale web è sempre possibile eseguire, scaricare e stampare una ricevuta della transazione. Per il negoziante non ci sono costi aggiuntivi e i pagamenti sono sottoposti alle normali regole stabilite dai maggiori operatori di carte di credito. Se già si accettano pagamenti con carte di credito nel proprio esercizio (ad esempio attraverso terminali Pos), si è già soggetti a tali disposizioni.

E così, come il commercio online conquista sempre più fette di mercato, di pari passo crescono i numeri dello speso online. Sul sito dell’applicazione si legge che alla fine del 2014 si avranno 1,75 miliardi di smartphone nel mondo, ovvero una persona su cinque avrà uno smartphone. Alla fine del 2017, 450 milioni di persone effettueranno pagamenti con uno smartphone. Per un totale di speso pari a 600 miliardi di dollari. Risulterà un incremento del 43 per cento. La digitalizzazione negli acquisti vede, dunque, cifre in crescita.

Del resto la previsione di crescita delle vendite dai siti italiani per tutto il 2014, secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm–Politecnico di Milano, si attesta intorno al 17 per cento, per un fatturato stimato intorno ai 13,2 miliardi di euro.

Articolo pubblicato il 05 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus