Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Una manovra da oltre un mld di euro e 120 mila euro al decentramento
di Melania Tanteri

Fondi di rotazione per progettare nuove opere pubbliche strategiche da finanziare con fondi europei. I macrodati della bozza di bilancio varata da Bianco, all’esame entro settembre

Tags: Catania, Giuseppe Girlando, Enzo Bianco, Bilancio



CATANIA - A metà anno si predispone il documento di programmazione economica. La Giunta comunale di Catania ha infatti approvato la bozza di bilancio previsionale per il 2014 che, entro il prossimo 30 settembre, dovrà essere presentata al Consiglio comunale per l’approvazione. Con qualche mese di ritardo rispetto a quanto annunciato inizialmente dal sindaco Bianco e dall’assessore al ramo, Giuseppe Girlando, che avevano parlato prima del mese di maggio e poi di quello di giugno come termine in cui avrebbero approvato il documento, il Bilancio di previsione è stato finalmente approntato, non prima di aver approvato le delibere propedeutiche,  tra cui il Piano triennale delle opere pubbliche.

“Si tratta - ha detto l’assessore Girlando – di un documento contabile da 639 milioni di euro, di cui circa 430 di spese correnti e 209 di spese in conto capitale. A fronte di queste uscite – ha aggiunto - sono previste entrate tributarie per 310 milioni di euro, trasferimenti da Stato e Regione per 107 milioni e 200 da alienazioni, altri trasferimenti e riscossioni di credito”.

Una piccola finanziaria, dunque, che secondo Girlando rappresenterebbe una svolta nella gestione delle finanze del Comune. “Il bilancio di quest'anno - ha sottolineato l’assessore - rappresenta un punto di svolta importante perché siamo riusciti a ottenere un equilibrio complessivo pur subendo un nuovo, considerevole, abbassamento dei trasferimenti da Stato e Regione che ci ha costretto a nuove riduzioni sulle spese. Siamo inoltre riusciti a contabilizzare i costi dell'operazione del Dl 35- ha proseguito - e a mantenere un buon livello di attenzione sul comparto sociale. Abbiamo poi finalmente inserito in bilancio i fondi di rotazione per progettazione di nuove opere – ha spiegato - che ci consentiranno di accedere a finanziamenti europei e nazionali per lavori pubblici di importanza strategica per la città”.

Confermati, all’interno del documento di programmazione finanziaria per il 2014, i fondi per le municipalità. Ad affermarlo è il vicesindaco e assessore al Decentramento, Marco Consoli. “La manovra tra corrente, investimenti e mutui supera il miliardo di euro – ha detto – e, come da impegni assunti con i presidenti ed i Consigli delle sei circoscrizioni, abbiamo confermato lo stanziamento di 120.000 euro per l'attuazione del nuovo Decentramento. Quanto prima – ha concluso - convocherò i Presidenti, i capigruppo consiliari ed i Consiglieri comunali già presidenti di municipalità per illustrare e condividere tutti i passaggi che porteranno, una volta approvato il Bilancio, all'attuazione dell'autonomia finanziaria delle circoscrizioni”.

Articolo pubblicato il 08 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus