Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Da Nord a Sud, il wifi impazza anche sotto l’ombrellone
di Andrea Carlino

Per venire incontro alle esigenze del bagnante 2.0 sempre più stabilimenti forniscono connessione alla Rete. Su wifihotspot.it la mappatura completa delle spiagge attrezzate in tal senso

Tags: Wifi, Internet, Web, Smartphone



CATANIA - Aggiornare il proprio status Facebook sotto l’ombrellone o guardare una partita in streaming? Adesso si può anche in spiaggia. Il trend dell’estate si chiama Netbeach, la spiaggia perfetta per chi, per rilassarsi davvero, ha bisogno di essere sempre online. Negli ultimi anni la tecnologia si è evoluta e sono sempre di più le persone che portano in spiaggia con sé il proprio iPad per leggere il giornale, un libro o per giocare al sudoku. Offrire una connessione Wi-Fi efficiente e di qualità, che permetta ai bagnanti di navigare su internet e controllare la posta elettronica, sta diventando uno dei servizi essenziali degli stabilimenti balneari.

Per trovare gli accessi migliori ci sono degli strumenti pensati apposta per il bagnante 2.0. Si va dalla nuovissima applicazione #CheWiFi!, del Gruppo di Mediobanca, ad una serie di siti che si propongono come motori di ricerca per connessioni gratuite.
Le più note sono Wi-Fi Gratis.it e Wi-Fi Hotspot, quest’ultimo, per esempio è un sito web in costante aggiornamento che offre una mappatura completa di tutte le spiagge italiane attrezzate per offrire una connessione.

Si muovono anche le amministrazioni locali. In Emilia Romagna già da quest’anno è partita l’iniziativa “Onda libera”, che trasformerà il litorale emiliano romagnolo nella spiaggia a wi-fi gratuito più lunga d’Italia: 50 chilometri di costa dove turisti e bagnanti potranno connettersi a internet liberamente. Il progetto, complessivamente, è costato oltre 500.000 euro, e la zona a wi-fi gratuito coprirà circa 50 chilometri di litorale, in tutto 400 stabilimenti balneari. Come? Richiedendo la scratch card a disposizione di tutti gli stabilimenti compresi nei Comuni interessati dal progetto, tra Cervia e Ravenna, e compilando il form di registrazione, che darà diritto a uno username e a una password a valenza annuale, senza limiti.

Coperto anche il Friuli: il servizio di wi-fi gratuito nelle spiagge copre principalmente la città Grado e quella di Lignano. In Veneto invece, sempre connessi a Jesolo e Bibione.

La migliore, però, è la Liguria: ci sono diversi hot spot pubblici gratuiti (in ordine alfabetico) ad Alassio, Albisola, Bonassola, Borgio Verezzi, Camogli, Cervo, Chiavari, Finale Ligure, Framura, Laigueglia, Levanto, Portofino, Rapallo, Sestri Levante e Vernazza. Stessa cosa anche per Lazio, Toscana e Marche.

Al Sud a Salerno la città offre il “Wi-Fi Libero per tutti” del tipo hand over, cioè il pc o il cellulare agganciano il segnale continuano ad avere la copertura anche spostandosi tra un’antenna e l’altra, senza perdere di connessione.

Poi abbiamo la Sardegna che da tempo ha avviato il progetto Surfinsardinia, che si usufruisce tramite notebook, netbook e ogni altro dispositivo mobile dotato di accesso wi-fi. Si effettua la registrazione fornendo il numero di cellulare e i dati anagrafici, per poi chiamare gratuitamente il numero di telefono indicato e attendere la conferma di registrazione. A questo punto sarà possibile collegarsi ad Internet avendo a disposizione 300 MB o 1 ora di collegamento anche non continuativo.
 

 
In Sicilia, connessioni gratuite a Mondello, Cefalù, San Vito Lo Capo
 
E in Sicilia? Non siamo a livello di Emilia Romagna o Liguria, ma anche sulle spiagge siciliane le esigenze del popolo hi-tech sono tenute in grande considerazione. Mondello, Capaci così come Terrasini, Cefalù e San Vito Lo Capo si sono attrezzate per garantire a chi proprio non riesce a staccarsi da smartphone e tablet la possibilità di navigare comodamente anche sdraiati sotto l’ombrellone.
Mail, Facebook, WhatsApp e Twitter sono dunque a portata di dito anche dalla spiaggia a patto però di scegliere il lido, l’hotel o il locale giusto. Sulla spiaggia di Mondello, il lido Ombelico del Mondo garantisce ai suoi avventori wifi gratuito e sullo stesso servizio possono contare anche gli abbonati e i possessori di fidelity card delle spiagge attrezzate gestite dalla Italo Belga.
Per chi preferisce gli scogli alla sabbia e vuole spostarsi verso la riserva di Capo Gallo, l’hotel La Torre garantisce ai suoi clienti la possbilità di “navigare” in rete tranquillamente, mentre la zona dell’Addaura è ancora off limits per problemi di ricezione.

Articolo pubblicato il 16 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus