Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ersu Palermo: pagamento borse di studio in sospeso
di Desirée Miranda

Il presidente del Cda Alberto Firenze scioglie i nodi sui contributi arretrati. Agli studenti verranno erogati 1.041 benefici economici

Tags: Alberto Firenze, Ersu Palermo, Università, Palermo



PALERMO - Ottime notizie per tutti gli studenti dell’università di Palermo in attesa della borsa di studio spettante loro in qualità di studenti bisognosi e meritevoli. Dopo mesi di vuoto amministrativo infatti, nei mesi scorsi è stato finalmente nominato il presidente dell’Ersu di Palermo, l’ente regionale per il diritto allo studio universitario, e da allora si è iniziato a fare un po’ di ordine nella burocrazia dell’ente.
 
Da una nota diramata dall’ufficio stampa si legge che “il presidente dell’Ersu Palermo, Alberto Firenze, ha deliberato di provvedere immediatamente al pagamento di borse di studio degli anni accademici scorsi rimaste in sospeso sulla base della fase istruttoria relativa all’accertamento dei requisiti degli aventi diritto e dell’acquisita disponibilità finanziaria”. Sono oltre mille, e per la precisione 1.041, i benefici tra borse di studio e contributi per integrazione laurea che verranno erogati in favore degli studenti universitari. In particolare saranno 764 le borse in pagamento per gli studenti del primo anno, mentre 277 sono i benefici destinati agli studenti del secondo anno e successivi.
 
Nel dettaglio, per gli studenti di secondo anno e successivi sono 239 i benefici relativi all’anno accademico 2012/2013 e 38  per l’anno accademico 2013/2014, mentre agli universitari di primo anno arriveranno 20 benefici per l’anno accademico 2009/2010, 61 per l’anno accademico 2010/2011, 176 per l’anno 2011/2012, 495 per l’anno accademico 2012/2013, 12 per l’anno accademico 2013/2014. L’importo totale è 1,18 milioni di euro, una cifra enorme e legata alla grande quantità di benefici arretrati nei confronti degli studenti che hanno contribuito a trasformare l’Ente da supporto in favore degli studenti a carrozzone inadeguato. Quella voluta da Alberto Firenze è però una svolta che vuole invertire del tutto la rotta in favore e non contro gli studenti dell’Università di Palermo.
 
“Come primo significativo atto dal mio insediamento, avvenuto l’8 Settembre scorso – dichiara il presidente Ersu di Palermo, Alberto Firenze – ho voluto dare questo chiaro atto di indirizzo per recuperare eventuali arretrati e per mantenere uno standard di efficacia e di efficienza dell’azione amministrativa dell’Ersu, finalizzata a garantire pienamente il diritto allo studio agli universitari. Gli studenti e il diritto allo studio – sottolinea il professor Firenze – sono pienamente al centro dell’azione di governo dell’Ersu che vuole essere, sempre di più, al fianco dei ragazzi e delle ragazze che studiano all’università, a maggior ragione se meritevoli e bisognosi”.
 
Intanto anche per l’anno accademico che inizierà tra pochissimo sono stati già pubblicate le graduatorie dei partecipanti alle borse di studio e coloro che hanno partecipato sono tenuti a controllare la presenza del proprio nominativo nell’elenco e l’esattezza dei dati personali.

Articolo pubblicato il 08 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Alberto Firenze, il presidente dell’Ersu Palermo
Alberto Firenze, il presidente dell’Ersu Palermo