Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Regione sotto stretto controllo ministeriale
di Raffaella Pessina

L’esito dell’incontro di ieri tra il presidente Crocetta e il sottosegretario Delrio. Sia il Mise che il ministero del Lavoro a un tavolo tecnico

Tags: Ars, Rosario Crocetta, Graziano Del Rio



PALERMO -“L’impiego dei fondi europei in Sicilia è a buon punto”. È quanto ha dichiarato il governatore Crocetta al termine dell’incontro con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio tenutosi ieri mattina a Palazzo D’Orleans, sede della Presidenza della Regione, per fare il punto sull’impiego dei fondi europei da parte della Sicilia.
Nello stesso tempo, però, si chiede aiuto al Formez, risultato dell’incontro con il sottosegretario Delrio.

Crocetta ha detto che la spesa ad oggi è arrivata al 48,8% (due miliardi e 128 milioni di euro) della certificazione, con una spesa impegnata dell’87,5%, pari a 3 miliardi e 816 milioni di euro. Risultati che dimostrano un incremento del 270% della spesa certificata dal 31/10/2012 al 31/10/2014. In sostanza dal 17% si è passati al 48,8%. Sulla certificazione della spesa è stato registrato un forte ritardo tra gli Enti locali e le Università. Per assistere sia gli uni che le altre, i governi regionale e nazionale hanno stabilito di avvalersi del Formez. La Regione intende dare una soluzione definitiva al problema, con la costituzione di una task force specifica, composta da funzionari, dirigenti e dipendenti delle partecipate che, nei prossimi mesi, dovranno lavorare esclusivamente all’assistenza tecnica per risolvere il problema.

Per quanto concerne i conti, il presidente Crocetta ed il sottosegretario Delrio convergono sulla necessità di riqualificazione e controllo della spesa regionale, concordando un piano di rientro pluriennale. Riguardo al piano giovani e alla garanzia giovani, Delrio ha raccomandato una maggiore coesione tra i due progetti. Per questa ragione Crocetta intende unificare le due misure sotto un solo assessorato. Entro un mese verrà fatta una verifica sull’avanzamento della spesa mantenendo sempre alta l’attenzione sulla questione e, nel giro di pochi giorni, si aprirà un tavolo tecnico sulle politiche di bilancio tra Sicilia e Roma, che coinvolgerà oltre al Mise anche il Ministero del Lavoro.

Intanto il Governatore ha dato tempo ai partiti della maggioranza per esprimere i nomi dei nuovi assessori fino al prossimo martedì mattina. La nuova formazione infatti sarà comunicata nella seduta d’Aula all’Ars fissata per martedì pomeriggio. A questo proposito ieri si è riunito il gruppo parlamentare del Pd alla presenza del segretario regionale Fausto Raciti. Il Partito democratico chiede un rinnovamento totale “nel programma e nell’architettura della giunta”. Crocetta invece vorrebbe riconfermare gli assessori alla Salute Lucia Borsellino, alle Attività produttive Linda Vancheri e alla Formazione Nelli Scilabra. Articolo 4 invece chiede non solo la riconferma di Ezechia Reale, ma anche la necessità di esprimere un altro componente.
 
Anche i Democratici riformisti rivendicano la presenza di un loro componente. Il Megafono ha avanzato la riconferma di Salvatore Calleri. L’Udc vorrebbe mantenere Nico Torrisi e Patrizia Valenti. La quadratura del cerchio andrà trovata entro questo fine settimana.

Articolo pubblicato il 25 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Graziano Delrio
Graziano Delrio