Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars, previsioni di seduta ad alta tensione
di Raffaella Pessina

Nell’ordine del giorno di Sala d’Ercole la votazione sulle mozioni di sfiducia. Ardizzone proverà a portare avanti i lavori d’Aula

Tags: Ars, Rosario Crocetta



PALERMO - Ad un giorno dalla sua nascita è già polemica sul Crocetta ter. I centristi di Articolo 4 che, in forza degli undici deputati all’Ars, rappresentano il secondo gruppo della coalizione, avevano chiesto un secondo rappresentante oltre al  penalista Nino Caleca. “Articolo 4 non è rappresentato nel nuovo governo della Regione siciliana -  ha detto Luca Sammartino, presidente del movimento - anche il presidente Crocetta  ne è perfettamente cosciente”. Il partito chiede “una più forte rappresentanza affiancando alla delega all’agricoltura una ulteriore nostra presenza in seno alla costituenda giunta”. Questi sono i nomi della nuova giunta di Palazzo d’Orleans comunicati in una nota dallo stesso governatore martedì sera: confermate  Lucia Borsellino, con delega  alla Salute e Linda Vancheri, già assessore alle Attività Produttive.
 
I nomi dei nuovi assessori che entrano sono: Alessandro Baccei, economista, concordato dal presidente Crocetta con il sottosegretario Delrio. Certa per lui la delega di assessore all’Economia. Per il Pd: Vania Contrafatto, sostituto procuratore di Palermo, Antonio Purpura, ordinario di Economia del Turismo all’Università di Palermo, Cleo Li Calzi, presidente del nucleo di valutazione fondi strutturali extraregionali, Bruno Caruso, docente universitario, esperto di diritto del lavoro. Per il Megafono, Mariella Lo Bello, per il Pdr, Maurizio Croce, dirigente Invitalia, esperto nel campo della prevenzione rischio idrogeologico.
Nino Caleca, avvocato, “non concordato ufficialmente con Art. 4 – scrive Crocetta - ma molto vicino al movimento, essendo stata posta dal gruppo la pregiudiziale di due assessori tra i quali l’avvocato Reale all’Agricolura”. Inoltre Marcella Castronovo, vice segretario generale della Presidenza del Consiglio e Giovanni Pizzo, già capo segreteria tecnica dell’assessore alle Infrastrutture entrano in giunta per l’Udc. L’insediamento avverrà immediatamente dopo l’acquisizione delle dichiarazioni di incompatibilità, la verifica sulle inconferibilità e dei carichi pendenti, ma comunque il governatore, prima di assegnare le deleghe, attenderà la conclusione del dibattito in aula di oggi pomeriggio.

Prosegue quindi oggi la settimana parlamentare, dopo una seduta che si è aperta e chiusa martedì scorso e la giornata di ieri che è andata a vuoto perchè si pensava che ci volesse ancora qualche ora per decidere la squadra del Governo Crocetta, mentre invece la quadratura del cerchio la si è raggiunta direttamente martedì sera. Oggi quindi riaprono i battenti di Sala D’Ercole per un ordine del giorno scottante: se sarà seguito il calendario del sito Ars alla voce “sedute d’Aula – ordine del giorno”, oggi è la volta della discussione delle mozioni di sfiducia al Presidente della Regione presentate dal centrodestra e dal Movimento cinque stelle. Si prevede una seduta ad alta tensione, con le opposizioni  pronte a fare saltare tutto,  magari facendo leva proprio sul malcontento di alcune aree della maggioranza.

Articolo pubblicato il 30 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus