Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Cluster Biomediterraneo: l’avviso per partecipare scade a fine mese
di Giovanna Naccari

In cerca di nuovi mercati a Expo 2015

Tags: Expo 2015, Regione Siciliana, Ezechia Reale



PALERMO – C’è tempo fino al 30 novembre per partecipare ad Expo 2015 con il Cluster Biomediterraneo guidato dalla Regione siciliana.
Il tema dell’Esposizione universale, che vedrà la partecipazione di 146 Paesi a Milano dal primo maggio al 31 ottobre, è “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”. 
La Sicilia sarà capofila di un grande spazio espositivo, di dibattiti e degustazioni, che vedrà coinvolti 11 Paesi provenienti dal Nord Est e dall’Africa sui temi dell’alimentazione e della biodiversità.

L’amministrazione cerca imprenditori e professionisti che sappiano valorizzare e promuovere il ‘Brand Sicilia’. L’obiettivo è conquistare nuovi mercati ed avere, inoltre, un ritorno in termini di turismo. Destinatari dell’avviso, pubblicato da ieri sul sito www.biomediteraneo.com, sono le aziende che producono, trasformano e commercializzano prodotti di qualità; Comuni; operatori turistici; Gruppi di azione locale (Gal) e Costiera (Gac), enti regionali, università, centri di ricerca, scuole, chef e cuochi; associazioni, fondazioni, persone fisiche e giuridiche, banche. Le istanze vanno presentate all’assessorato regionale Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea. 

L’iniziativa è stata illustrata giovedì a Palermo, dai tre assessori Dario Cartabellotta, Ezechia Reale e Nino Caleca, quest’ultimo al suo debutto, che in questi anni hanno lavorato alla partecipazione della Sicilia ad Expo 2015.
Ha affermato Ezechia Reale, che ha lasciato le redini a Caleca: “Questa presentazione è una bella pagina per la Sicilia perché è l’esempio di come tre persone hanno collaborato nell’interesse collettivo e per il bene del territorio. Con la partecipazione ad Expo 2015 la Sicilia compirà un grande salto di qualità ed è un’opportunità che non dovrà essere mancata”.

Per il neo assessore Nino Caleca: “La Giunta Crocetta ha accettato la sfida di partecipare ad Expo 2015, il meglio che si possa fare per comunicare al mondo intero la storia e l’immagine della Sicilia. Expo 2015 non è una Fiera è qualcosa in più e noi dovremo essere portatori di valori e di cultura”.

Ha aggiunto il nuovo titolare della delega per l’Agricoltura, lo Sviluppo Rurale e la Pesca mediterranea: “L’Esposizione è anche una grande opportunità per i giovani e mi auguro che tornino a guardare alla terra come occasione di investimento e di lavoro”. Caleca, infine, si è soffermato sulla legalità: “Blindiamo – ha detto - tutta la filiera che partecipa ad Expo 2015 con le norme antimafia e anticorruzione”.  

Dario Cartabellotta, primo assessore che ha ‘costruito’ la partecipazione ad Expo 2015 ed oggi è responsabile unico della Sicilia per il Cluster Biomediteraneo, ha spiegato i dettagli della missione siciliana: “L’obiettivo è promuovere la destinazione Sicilia e la relazione che c’è tra il prodotto e il suo territorio – ha affermato – Dobbiamo valorizzare il ricco, biodiverso e prestigioso patrimonio dei prodotti della terra e del mare, associando la qualità ai luoghi. Il Cluster è dedicato alla Dieta Mediterranea che l’Unesco ha iscritto nella lista rappresentativa del patrimonio dell’umanità”.

Articolo pubblicato il 08 novembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Da sinistra: Cartabellotta, Caleca, Carrera, Reale
Da sinistra: Cartabellotta, Caleca, Carrera, Reale