Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Denuncia del M5S: incompatibilità per commissari delle ex Province
di Redazione

I 5 stelle hanno fatto i nomi di Giulio Guagliano e di Dario Cartabellotta. Alcuni di loro rivestono ben più di un solo incarico regionale

Tags: M5s, Province



PALERMO - “Si faccia chiarezza subito sui criteri di nomina dei commissari delle ex Province”. Lo chiede il gruppo parlamentare del M5S all’Ars in un’interrogazione all’assessore delle Autonomie locali, prima firmataria Gianina Ciancio.
Nell’atto ispettivo si chiede di accertare la regolarità dei conferimenti degli incarichi, “al fine di ripristinare la regolarità alla luce della normativa nazionale e regionale in vigore”. Secondi i deputati del gruppo, infatti, qualche nomina cozzerebbe con alcune norme, e in particolare con l’articolo 2 delle legge regionale 26 del 2014 (che prevede l’inconferibilità dell’incarico di commissario straordinario ai soggetti titolari di altri incarichi dati dall’amministrazione regionale) e con il dl “anticorruzione” del 2013”. Tra coloro che sono stati nominati di recente commissari straordinari alcuni rivestono ben più di un incarico regionale, come Giulio Guagliano (revisore della Camera di Commercio di Caltanissetta e capo di gabinetto, nonché amministratore unico della Resais, società partecipata dalla Regione) e Dario Cartabellotta (dirigente generale della Pesca, commissario del comune di Licata ed ex assessore della giunta Crocetta).

Articolo pubblicato il 05 dicembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus