Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Opere pubbliche, albo unico professionisti
di Rosario Battiato

Decreto dell’assessore regionale alle Infrastrutture Pizzo e del dg Bellomo definisce l’elenco per l’affidamento degli incarichi. Ingegneri, architetti, geologi e agronomi: entro fine mese dovranno completare l’iscrizione on line

Tags: Regione Siciliana, Appalti, Infrastrutture, Giovanni Pizzo



PALERMO – Un'attesa lunga più di tre anni che potrebbe aver finalmente trovato un degno epilogo grazie al decreto del 21 novembre scorso, pubblicato sul supplemento ordinario della Gurs del 28 novembre, firmato dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo, e dal dirigente generale del dipartimento regionale Tecnico, Fulvio Bellomo, che stabilisce nuove regole per la definizione dell’Albo Unico dei professionisti, previsto dall’art.12 della L.R. 12/11, nell’arco di 30 giorni. Una notizia che interessa circa 5mila professionisti siciliani tra ingegneri, architetti, geologi e agronomi.

Conclusa la fase delle iscrizioni, l’Albo sarà subito disponibile per l’affidamento degli incarichi professionali per corrispettivi inferiori a 100 mila euro. I passaggi sono stati semplificati: i professionisti devono, mediante certmail e firma digitale, prima registrarsi al Sistema Informatico per ottenere l’account e successivamente, ricevute le credenziali di accesso al sistema tramite e-mail, potranno provvedere alla loro iscrizione. Un'operazione che dovrà essere compiuta anche da coloro che avevano già avviato le pratiche cartacee per l'iscrizione. Lo ha ricordato il dirigente Bellomo che ha specificato la necessità della reiterazione della domanda “a pena di esclusione”.

La modulistica è già disponibile sulla pagina del dipartimento regionale Tecnico nel sito dell'assessorato regionale alle Infrastrutture oppure nell'allegato della Gurs numero 28 del 28 novembre scorso. All'interno del documento si trovano ben 12 allegati tra cui il modello di richiesta e le dichiarazioni per l'iscrizione all'albo unico regionale, il modello di curriculum professionale, la dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia, e anche altri documenti di ammissione alla gara per gli enti committenti.

“Abbiamo individuato, insieme al dirigente generale del DRT, una soluzione che consentirà di snellire l’iter delle istanze presentate - ha spiegato Pizzo - in sintesi apriamo all’iscrizione on line da parte dei professionisti. Gli stessi, entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gurs dell’avviso per la costituzione dell’Albo (entro la fine di dicembre, ndr) dovranno produrre un’apposita istanza allegando il curriculum professionale e la dichiarazione antimafia”. Modalità snelle per superare le vecchie regole che, secondo quanto dichiarato dal neo assessore, avrebbero permesso di completare l'albo soltanto tra mesi, o addirittura anni.

“Lo stesso Albo – ha dichiarato Bellomo - sarà pubblicato nel nostro sito (dipartimento regionale tecnico, ndr) e aggiornato ogni sei mesi. I professionisti ne potranno fare parte sia singolarmente che come componenti di società, in quest’ultimo caso dovranno essere indicati i nominativi di tutti i professionisti che siano soci, dipendenti o collaboratori”.

Tra pochi mesi, pertanto, l'Albo diventerà il punto di riferimento per tutti i liberi professionisti del settore. “Dal momento della sua efficacia, - si legge in una nota - l’amministrazione regionale, le aziende e gli enti pubblici da essa dipendenti o comunque sottoposti a vigilanza, gli enti locali, gli organismi di diritto pubblico e i soggetti di diritto privato a prevalente o intera partecipazione pubblica dovranno necessariamente ricorrere all’Albo Unico dei professionisti per l’affidamento dei incarichi”.

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐