Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Pirateria in aumento nel 2014, oltre mille casi
di Danilo De Luca

Asaps: nonostante il calo degli incidenti, pirateria in aumento del 4%. 70 episodi in Sicilia, in Lombardia il maggior numero di casi

Tags: Pirateria Stradale, Lombardia, Sicilia, Vittime



Pirateria in aumento tra le strade d’Italia nel 2014. Sullo Stivale, le criticità relative all’universo dei motori si amplificano. Le auto circolanti (almeno quelle immatricolate) si attestano in diminuzione, l’evasione nel settore assicurativo resta un problema cruciale e il circolo vizioso che origina e nutre la questione caro-auto non accenna a placarsi. Le polizze italiane sono le più care dell’UE e solo la liberalizzazione del settore ha permesso ai cittadini di trovare parziale rimedio, grazie anche alla possibilità di porre le assicurazioni auto del settore a confronto e scegliere la più conveniente. Ma ulteriori elementi di preoccupazione giungono direttamente dalle strade del Belpaese.
 
Asaps: nel 2014, oltre mille casi di pirateria
Nel 2014, il numero di sinistri si è attestato in diminuzione, con una contrazione media del 6% rispetto al 2013. Ciononostante, i comportamenti scorretti alla guida aumentano. A renderlo noto è una ricerca di Asaps, secondo cui sarebbe circa del 4% l’aumento stimato dei casi di pirateria rispetto al 2013. 1.009 episodi di omissione di soccorso che hanno causato 119 decessi e 1.224 feriti. Nel 2013, i casi di pirateria erano stati 973 (-3,7%), le vittime 114 (-4,4%) e i feriti 1.168.
 
3 su 5 vengono identificati
Il 57,8% dei pirati della strada viene successivamente identificato dalle forze dell’ordine, contro il 42,2% che, viceversa, rimane ignoto. Per la precisione, dei 1.009 casi attestati, 583 si sono conclusi con l’identificazione del responsabile, di cui 121 hanno portato all’arresto del pirata della strada, pari al 20,8%. Sebbene la pirateria sia in aumento, è diminuito il numero di arresti in relazione al 2013, quando essi erano stati 146 e rappresentavano il 26,9% del totale.
In 114 casi (19,6%) è stato accertato l’utilizzo di alcol e/o droghe, anche se il dato è ovviamente riferito solo ai 583 episodi in cui il pirata sia stato identificato.
 
In Sicilia 70 casi di pirateria
La Lombardia è la regione in cui si è registrato il più alto numero di episodi di prateria stradale. Sono 141 i casi riscontrati nella regione, pari al 15,6% del totale nazionale. Seguono Emilia Romagna (115 casi, 11%), Veneto (94), Lazio (92) e Campania (88).
La Sicilia, con 70 episodi di pirateria registrati, è la settima regione italiana, preceduta anche dalla Toscana (71) e seguita dalla Puglia (66). Le regioni più virtuose sono invece Basilicata e Valle d’Aosta, rispettivamente con 1 e 2 episodi registrati. Roma si aggiudica la maglia nera fra le città, con 39 casi nella sola provincia, rappresentativi del 3,9% del totale nazionale. 

Articolo pubblicato il 28 gennaio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐