Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Nuovi lavori per il centro storico questa volta tocca alla Vucciria
di Gaspare Ingargiola

Per alleviare i disagi gli scavi saranno frazionati in tre fasi e si lavorerà anche durante notte. Gli interventi, per un totale di 1,7 mln di €, andranno avanti per un paio d’anni

Tags: Palermo, Centro Storico, Vucciria



PALERMO - Nuovi lavori nel centro storico. Stavolta tocca alla Vucciria, dove a fine febbraio partirà la manutenzione straordinaria delle pavimentazioni e delle reti tecnologiche di sottosuolo tra via Vittorio Emanuele, via Argenteria e via dei Cassari. L’ordinanza dell’Ufficio Traffico che concede i canonici trenta giorni di tempo alla ditta vincitrice dell’appalto, la Patriarca di Comiso, è stata pubblicata lo scorso fine settimana sull’albo pretorio.

Una decina le strade coinvolte, che saranno interdette al traffico veicolare e pedonale. I cantieri andranno avanti per un paio d’anni e costeranno 1,27 milioni di euro con un ribasso d’asta del 31,4% rispetto all’importo della gara che ammontava a 1,8 milioni. A queste cifre si devono aggiungere 437 mila euro di somme a disposizione dell’amministrazione per l’Iva, l’assicurazione di verificatori e progettisti, il compenso dell’archeologo (a Palermo, si sa, il sottosuolo riserva sempre scoperte e imprevisti) e il restauro (quasi 40mila euro) della Fontana del Garraffello. Il totale è di oltre 1,7 milioni.

I lavori prevedono una nuova pavimentazione stradale, una nuova rete gas e fognaria, il potenziamento di quella elettrica e delle linee telefoniche, una nuova illuminazione pubblica. Non sarà facile per i residenti: la Vucciria è già “circondata” da altri grossi cantieri, come il collettore fognario fra via Cavour e via Roma e l’anello ferroviario in via Emerico Amari. Per cercare di alleviare i disagi gli scavi non saranno eseguiti tutti in contemporanea ma saranno frazionati in tre fasi e spesso si lavorerà di notte.

La prima fase riguarda via Francesco Matera, piazza Tarzanà, piazza Sant’Eligio, via Argenteria Vecchia, vicolo Sant’Eligio. Divieti e limitazioni saranno validi nove mesi. In queste strade verrà istituito il divieto di transito veicolare e pedonale (con il divieto di sosta ambo i lati e rimozione coatta 24h) e verrà chiusa l’intera sede stradale. La ditta dovrà comunque garantire la creazione di una corsia di marcia per i pedoni, in particolare i residenti.

La seconda fase riguarda piazza Garraffello, via della Loggia, via Garraffello, via Terra delle Mosche. Divieti e limitazioni saranno validi 220 giorni, più di otto mesi. Anche in questo caso sarà istituito il divieto di transito veicolare e pedonale (con il divieto di sosta ambo i lati e rimozione coatta 24h) e verrà chiusa l’intera sede stradale. La ditta, anche qui, garantirà una corsia per l’attraversamento così che i residenti possano raggiungere le proprie abitazioni in sicurezza.

La terza fase riguarda via Cassari nel tratto compreso fra piazzetta Porta Carbone e piazza Garraffello. Divieti e limitazioni saranno validi otto mesi. Le restrizioni sono identiche (divieto di transito veicolare e pedonale, divieto di sosta ambo i lati con rimozione coatta 24h, chiusura dell’intera carreggiata) con la sola differenza che gli scavi non impegneranno l’intero tratto di via Cassari da piazzetta Porta Carbone a piazza Garraffello ma si procederà a blocchi: prima piazzetta Carbone - via dei Tintori, poi via dei Tintori - via dei Chiavettieri, infine via dei Chiavettieri - piazza Garraffello.

La ditta dovrà apporre la segnaletica (anche luminosa) in entrata e in uscita dai cantieri e nelle vie limitrofe indicando i percorsi alternativi; dovrà garantire l’ingresso nei locali con la massima sicurezza per gli avventori; dovrà transennare l’area di cantiere e deviare il traffico veicolare, garantendo la circolazione nei tratti non interessati dai lavori.

Articolo pubblicato il 04 febbraio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
La fontana del Garraffello sar restaurata
La fontana del Garraffello sar restaurata