Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

No Muos, riparte la protesta. Bloccati mezzi Usa allÂ’ingresso
di Liliana Blanco

“Disattesa la sentenza del Tar”, domenica nuova grande mobilitazione a Niscemi. Atto monitorio dei legali del Coordinamento contro la stazione radar

Tags: Muos, Nomuos, Niscemi



PALERMO - Un gruppo di donne ha bloccato a Niscemi i mezzi americani all'ingresso del cantiere che sta realizzando il sistema satellitare Muos della Marina militare americana. Le donne No Muos hanno annunciato una mobilitazione per l'8 marzo, quando si prevede l'afflusso di gente da tutta la Sicilia per far rispettare la recente sentenza del Tar di Palermo che ha accolto il ricorso di Comune, ambientalisti e comitati per la sospensione dei lavori nell'impianto militare.

Il 13 febbraio scorso, con la sentenza n. 461, il Tar di Palermo ha accolto il ricorso per fermare i lavori del sistema militare, presentato da Comune, Legambiente e coordinamento dei comitati No Muos .

La giornata di domenica si dividerà in due momenti: alle 11 in piazza Vittorio Emanuele III si terrà un momento di informazione e coinvolgimento della popolazione; alle 14.30 è fissato il concentramento per il corteo che patirà dal presidio No Muos di Contrada Ulmo, dove sorge l'impianto. Pullman partiranno verso Niscemi da diverse città, tra le quali Palermo e Catania.

Intanto i legali del Coordinamento regionale dei Comitati No Muos, Paola Ottaviano, Nello Papandrea e Nicola Giudice, hanno notificato un “Atto Monitorio” al ministero dell’Interno, alla questura di Caltanissetta, al commissariato di Ps di Niscemi ed alla stazione dei Carabinieri di Niscemi, allegando copia della sentenza del Tar Palermo dello scorso 13 febbraio. “L’iniziativa si è resa necessaria- spiegano i legali - dopo che, lo scorso 26 febbraio un ingente spiegamento di forze dell’ordine: Polizia e Carabinieri ha scortato dentro la base un convoglio formato da militari ed operai. Poteva apparire una normale squadra addetta alla manutenzione degli impianti presenti nella base, senonché dopo il loro ingresso è stata notata la movimentazione delle parabole del Muos”.

Articolo pubblicato il 06 marzo 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus