Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Rc Auto, verso la semplificazione delle procedure e lÂ’innovazione
di Andrea Carlino

L’Ivass vuole ridurre l’uso della carta e della modulistica e aprire al digitale

Tags: Rc Auto, Assicurazione, Ivass



CATANIA - Novità per il mondo delle Rc Auto. Infatti il 3 marzo scorso, sul sito dell'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) è stato pubblicato il nuovo regolamento in materia di semplificazione delle procedure e degli adempimenti burocratici nei rapporti tra compagnie, intermediari e clienti, emanato dallo stesso Istituto di vigilanza dopo un’intensa fase di consultazioni con l’Ania e con le principali associazioni rappresentative degli intermediari assicurativi e dei consumatori.
 
La finalità dell’intervento regolamentare, mutuata dall’art. 22, comma 15-bis, del D.L. 179/2012, viene identificata nell’esigenza di dar corso al nuovo processo di “semplificazione” sia mediante il ricorso all’innovazione tecnologica, sia attraverso una riduzione degli adempimenti cartacei e della modulistica. Pertanto si vuole promuovere il ricorso all'innovazione tecnologica, riducendo gli adempimenti cartacei e la modulistica e aprendo all’innovazione digitale nei rapporti tra imprese, intermediari e clientela.
 
Diverse le novità in materia: intanto vi è l'obbligo per gli intermediari iscritti al RUI (Registro unico intermediari) e per le compagnie d’assicurazione di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata. Bisogna sollecitare l’utilizzo della firma elettronica avanzata, qualificata, digitale e grafometrica per la sottoscrizione della polizza e della documentazione relativa al contratto di assicurazione. Mettere a disposizione del cliente, e senza oneri a carico dello stesso, degli strumenti di pagamento elettronici, anche nella forma on line, per corrispondere i premi assicurativi. Inoltre vi deve essere possibilità di procedere alla ricezione e trasmissione di documentazione precontrattuale e contrattuale attraverso posta elettronica. E infine vi è il  divieto per le compagnie e per gli intermediari di chiedere al contraente la documentazione già prodotta per altri preesistenti contratti.

L’Ivass è consapevole che le nuove norme richiederanno oneri economici per le imprese di assicurazione e per gli intermediari adeguamenti organizzativi, ma le spese saranno compensate dai benefici in termini di riduzione dei costi di stampa, trasmissione, conservazione e consegna della modulistica. Una misura per innovare e smuovere il mercato, disancorandolo dalle dinamiche e dai retaggi di una tradizione, troppo spesso legata ad approcci comunicazionali complessi e datati. Il Regolamento n. 8 del 3 marzo è integralmente consultabile e scaricabile sul sito dell’Ivass.

Articolo pubblicato il 14 marzo 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus