Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Recupero Corso Martiri Libertà entro aprile progetto definitivo
di Melania Tanteri

Diverse le novità: dalla dotazione di tre ettari di verde, al parcheggio sotterraneo di 2.200 posti auto. Il prossimo mese la presentazione delle opere di urbanizzazione primaria

Tags: Catania, Enzo Bianco



CATANIA - Entro il mese di aprile dovranno essere presentate le opere di urbanizzazione primaria. Subito dopo, forse, potrà partire l’iter per l’avvio dei cantieri che dovrebbero sanare una ferita vecchia di oltre cinquant’anni. Sono queste le novità relative alla riqualificazione del Corso Martiri della Libertà, comunicate dall’amministrazione comunale in seguito al tavolo tecnico con i rappresentanti del Comune di Catania, con i progettisti, capitanati dall’architetto Mario Cucinella, e con i proprietari delle aree.

Un incontro nel corso del quale Cucinella ha illustrato le linee guida del nuovo progetto che, rispetto a quello precedente, presentato a grandi linee dall’architetto palermitano quando sindaco era Raffaele Stancanelli, vede alcune novità. A cominciare dall’aumento del verde del corso Martiri della Libertà che sarà una precisa richiesta avanzata dal sindaco Bianco.

“Io non ho voluto cedere quando i privati volevano continuare sul modello del corso Sicilia – spiega il primo cittadino - con troppa cubatura e pochi spazi pubblici. In sostanza – prosegue Bianco - noi avevamo rigettato come qualitativamente non idonee le opere di urbanizzazione primaria necessarie prima dell’avvio dei lavori. Non erano adeguate, secondo noi. Ad esempio, era previsto un grande parcheggio che occupava troppi spazi. Il parcheggio, oggi, scompare. Sarà sotterraneo e prevede 2.200 posti di cui due terzi riservati al pubblico e un terzo privati. Sopra ci sarà uno stupendo parco, circa tre ettari e mezzo di verde. Il corso dei Martiti della Libertà cambierà totalmente sarà una passeggiata percorribile solo dai mezzi pubblici e dalla biciclette”.

Dopo il “salvataggio” del plesso scolastico alla fine del corso Martiri della Libertà, e la riduzione di cubature, aumenterà dunque anche la dotazione di verde. Questo almeno sulla carta: bisognerà aspettare che i proprietari delle aree – Istica-Cecos, Parsitalia (capogruppo di Istica-Cecos) e Risanamento San Berillo – presentino i progetti per le opere di urbanizzazione primaria. A quel punto, scatteranno le scadenze. Ma non si esprime oltre il primo cittadino. “Non do un giudizio definitivo prima di vedere il progetto che sarà portato in Consiglio comunale. Una volta depositati i progetti – spiega Bianco - così come ho sempre detto, presenteremo alla città il master plan definitivo che si potrebbe avere entro il mese di aprile. Ritengo infatti fondamentale coinvolgere la città attraverso i suoi rappresentanti. I consiglieri potranno dunque visionare i progetti e dare ciascuno la propria valutazione”.

Nei prossimi giorni, l’assessore all’Urbanistica, Salvo Di Salvo incontrerà i rappresentanti di Istica-Cecos e Risanamento San Berillo per definire  un cronoprogramma che specifichi anche le procedure amministrative.

Articolo pubblicato il 17 marzo 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus